Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Higuain non è contento a Miami: non si prende con Phil Neville e quando non gioca…i compagni fanno meglio!

(Photo by Daniele Badolato - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

A Miami, buen retiro dopo l'addio a un calcio europeo che Higuain ha più volte attaccato dagli Stati Uniti, non è che le cose vadano benissimo. E lo spettro dell'addio torna a spuntare...

Redazione Il Posticipo

Si ritira? Non si ritira? Il futuro di Gonzalo Higuain è tutto un gran punto interrogativo, anche grazie a papà Jorge, che una settimana fa ha annunciato urbi et orbi che suo figlio avrebbe smesso di giocare alla fine della stagione. Peccato che pare...abbia capito male con lo stesso Pipita che ha spiegato che non è poi così certo che appenderà gli scarpini al chiodo. Nel frattempo, però, a Miami, buen retiro dopo l'addio a un calcio europeo che l'argentino ha più volte attaccato dagli Stati Uniti, non è che le cose vadano benissimo. L'ex centravanti di Real Madrid, Napoli, Juventus, Milan e Chelsea non sembra più così imprescindibile nei piani del tecnico Phil Neville.

ASSENZA - Il Sun spiega che Higuain ha saltato la partita dell'Inter Miami contro i New England Revolution, ufficialmente per un problemino al ginocchio. Ma una fonte ha rivelato al tabloid che ci sono motivi diversi per l'assenza del Pipita. In primis un rapporto non eccellente con Phil Neville a causa dell'apprezzamento del tecnico per quello che era il compagno di reparto dell'argentino e che potrebbe a breve diventare il suo erede, l'ecuadoriano Leonardo Campana. Il problema per il trentaquattrenne è che il centravanti in prestito dal Wolverhampton in sua assenza ha fatto bene, anzi, benissimo. L'Inter Miami ha battuto la franchigia di Foxborough per 3-2 con una bella tripletta del giovane attaccante. E quando le telecamere hanno inquadrato il Pipita in tribuna, la faccia non era esattamente di quelle troppo felici.

CAMPANA - La prestazione di Campana è stata una sorta di illuminazione per Neville, che dopo aver provato i due in coppia in qualche occasione ha spiegato che forse l'ecuadoriano dovrebbe giocare da unica punta, con buona pace di Higuain: "Senza Gonzalo, Leonardo ha giocato in maniera molto più libera perché era lui l’unico riferimento offensivo della squadra. Ed è stato molto bello vedere sia gli undici titolari che le tre riserve remare tutti dalla stessa parte”. E ogni riferimento alle polemiche secondo cui Higuain si aspetta un lavoro dalla squadra in sua funzione non sembra per nulla casuale. Insomma, vita dura per il Pipita in Florida. E chissà che il ritiro, smentito con forza, non torni a fare capolino tra le sue idee...