Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Herber, che attacco a Higuain: “Che si f***a! È patetico, non vorrei mai essere suo compagno di squadra!”

(Photo by Daniele Badolato - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

La terza stagione in MLS per l'argentino inizia con critiche davvero molto pesanti. A farle è Fabian Herber, attaccante dei Chicago Fire, che ha raccontato le sue impressioni nel giocare contro il Pipita. E non arrivano complimenti

Redazione Il Posticipo

Se Gonzalo Higuain pensava, come avvenuto ad altri colleghi, di trovare una seconda vita calcistica negli Stati Uniti, il suo piano non sta andando come dovrebbe. L'Inter Miami, la franchigia costruita dall'ex Manchester United David Beckham e allenata da Phil Neville, anche lui con un passato importante a Old Trafford, zoppica. Certo, la prima stagione nella MLS si prevedeva complicata, perchè non è mai semplice cominciare da zero, ma la seconda non è sia andata molto meglio. E la terza per l'argentino inizia con critiche davvero molto pesanti. A farle è Fabian Herber, attaccante dei Chicago Fire, che parlando a Zee Soccer Podcast ha raccontato le sue impressioni nel giocare contro il Pipita.

PATETICO - Il conduttore ha chiesto al tedesco se ha ottenuto la maglia dell'ex juventino e la risposta è decisamente quella che non ti aspetti. "No, che si f***a. È un tizio così patetico. Voglio dire, ovviamente in campo ha una certa presenza e ogni volta che un suo compagno di squadra sbaglia un passaggio o non gli passa il pallone come vorrebbe lui, lo guarda malissimo, alza gli occhi al cielo e si vede che è arrabbiato. Il suo linguaggio del corpo è assolutamente terribile. Non vorrei mai essere un suo compagno di squadra". Non esattamente complimenti per il Pipita, che in effetti è la stella della squadra. Ma che con il suo comportamento, spiega Herber, non aiuta, anzi.

DISTRUTTIVO - "Credo che l'Inter Miami sarà una delle squadre peggiori in questa stagione, hanno dei problemi di budget e non hanno molta qualità in rosa. Poi se alla prima partita Higuain è già così negativo e distruttivo nei confronti dei suoi compagni di squadra, che invece come leader e come designated player dovrebbe aiutare e supportare... Beh, allora penso che sia per la squadra che per lo stesso Higuain sarà una stagione molto lunga...". Di certo il Pipita non sarà felice, visto che proprio di recente ha spiegato di essere stanco di tutte le critiche, uno dei motivi principali del suo addio al calcio europeo. Ma se anche al di là dell'Oceano hanno da ridire su di lui, allora potrebbe essere un problema...