Henry o Terry? L’Aston Villa non sceglie e vuole…tutti e due!

Per sostituire Bruce a Villa Park ci sono in lizza due leggende del calcio inglese. Il francese ha dalla sua parte l’ottima esperienza come collaboratore di Martinez, il difensore invece conosce bene l’ambiente. Scelta complicata. Quindi, perchè scegliere?

di Redazione Il Posticipo

La panchina dell’Aston Villa, libera da quando Steve Bruce è stato esonerato con tanto di lancio di…cavolo, è una delle più appetibili del calcio inglese. Del resto si parla di un club capace di vincere sette volte il titolo e una Coppa dei Campioni, seppure in tempi abbastanza lontani. Una nobile decaduta del football, che però vuole tornare presto nel calcio che conta. La Championship non è semplice e il tecnico ne ha fatto le spese, quindi ora si cerca qualcuno in grado di lanciare immediatamente l’assalto alla Premier. E i nomi suggeriti sono proprio degli habitué del massimo campionato inglese.

HENRY O TERRY? – Tra i papabili c’è Brendan Rodgers, ex Liverpool ora al Celtic, c’è persino Dwight Yorke, a digiuno di esperienza in panchina ma leggenda del club. Inutile però negare che i nomi che più scatenano la fantasia dei tifosi dei Villans ci sono certamente quelli di due vere e proprie icone del calcio di Sua Maestà. Thierry Henry e John Terry sembrano i candidati più accreditati per guidare l’Aston Villa. Il francese ha dalla sua parte l’ottima esperienza come collaboratore di Martinez con la nazionale del Belgio, il difensore invece conosce bene l’ambiente, avendo giocato a Villa Park nella scorsa stagione dopo aver dato l’addio al Chelsea. Due profili, entrambi interessanti. Scelta complicata.

TUTTI E DUE – E quindi, come riporta il Daily Mail, non è forse meglio non scegliere e…mettere sotto contratto entrambi? Il tabloid sostiene che l’idea della dirigenza dell’Aston Villa sarebbe quella di offrire la panchina a Henry, con Terry a fargli da vice allenatore. Il primo “acquisto” del nuovo corso sarebbe dunque l’ex capitano della Nazionale, che volendo potrebbe anche ricoprire il ruolo di giocatore/vice, come fece qualche anno fa Ryan Giggs con David Moyes al Manchester United. Se venissero confermate le indiscrezioni, sarebbe una scelta perlomeno intrigante, visto che entrambi devono ancora avere una reale esperienza alla guida di una squadra. Ma le vie del calcio sono infinite, quindi chissà. Magari tra qualche decennio Villa Park sarà considerato il luogo di nascita di una coppia leggendaria…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy