Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Henry: “Non puoi difendere solo con tre uomini, non so se a Pochettino sia permesso di essere Pochettino”

PARIS, FRANCE - AUGUST 14:  Mauricio Pochettino, head coach of Paris Saint- Germain looks on during the Ligue 1 Uber Eats match between Paris Saint Germain and Strasbourg at Parc des Princes on August 14, 2021 in Paris, France. (Photo by David Rogers/Getty Images)

Il PSG esce sconfitto e soprattutto ridimensionato dalla sfida dell’Etihad. Il 2-1 ha lasciato in eredità la sensazione che la squadra di Guardiola abbia un’identità precisa e riconoscibile, al netto del risultato, mostrata comunque...

Redazione Il Posticipo

Il PSG esce sconfitto e soprattutto ridimensionato dalla sfida dell'Etihad. Il 2-1 ha lasciato in eredità la sensazione che la squadra di Guardiola abbia un'identità precisa e riconoscibile, al netto del risultato, mostrata comunque anche a Parigi. Thierry Henry, che segue il PSG in Ligue 1 per Prime Video e in Champions League per il gruppo americano CBS, ha attaccato senza mezzi termini Pochettino e le sue scelte. In primis, l'insistere a tutti i costi sul tridente Messi-Neymar-Mbappé.

EQUILIBRIO - L'ex leggenda dell'Arsenal ha individuato nella mancanza di equilibrio il vero problema del PSG. "Se vuoi vincere la Champions League, non è possibile difendersi con sette giocatori. Il calcio moderno non lo permette, a prescindere dai nomi. Non importa chi scende in campo, se non si lavora in fase di non possesso. Osservando il secondo gol appare evidente che tutta linea difensiva sia esposta specialmente sugli esterni. In campo ho visto spesso un tre contro uno o tre contro due. Una squadra che ambisce a vincere un titolo e ancor di più la Champions League gioca con i tre attaccanti dietro la linea del pallone. Si parla di basi, non è possibile che gli esterni debbano essere in costante inferiorità numerica".

PARIS, FRANCE - AUGUST 14:  Mauricio Pochettino, head coach of Paris Saint- Germain looks on during the Ligue 1 Uber Eats match between Paris Saint Germain and Strasbourg at Parc des Princes on August 14, 2021 in Paris, France. (Photo by David Rogers/Getty Images)

POCHETTINO - Le osservazioni tirano in ballo le scelte di Pochettino. Nonché la sua autorità sullo spogliatoio e nelle scelte. "Nel campionato francese ci si può permettere di mettere in campo Messi, Neymar e Mbappé, ma in campo internazionale, in Champions e contro una squadra come il Manchester City ci si espone. Credo che a Pochettino a volte non sia permesso di essere Pochettino con questa squadra. Non so se gli sia possibile o concesso di sostituire o non far giocare dall'inizio uno dei tre attaccanti.  Non è un caso che Tuchel ed Emery siano riusciti a conquistare un titolo europeo dopo aver lasciato la panchina del PSG".