Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Henry: “Il Liverpool vincerà la Premier e può anche restare imbattuto”

Henry incorona il Liverpool Campione d'Inghilterra con un... girone d'anticipo. L'ex Arsenal, che di record se ne intende, ritiene anche che la squadra di Klopp possa emulare il "suo" Arsenal.

Redazione Il Posticipo

Liverpool inarrestabile in classifica. I numeri sono da record e la prima Premier della storia del club (che non vince un campionato dal 1990) sembra ormai a portata di mano. Henry, che ha analizzato la sfida contro il Leicester su Amazon Prime, si è già esposto. Secondo il calciatore francese il Liverpool non solo può vincere il campionato, ma anche restare imbattuta. Del resto, l'ex Arsenal se ne intende: ha fatto parte della prima e, sinora, unica squadra che nel 2003/2004 ha chiuso il campionato senza mai perdere e allungando la striscia di imbattibilità ad un totale di 49 partite.

INVINCIBILI - Il francese pensa che la squadra di Jurgen Klopp possa emulare l'impresa di quell'Arsenal. Del resto,  la corsa per il titolo gli appare senza concorrenti.Le sue dichiarazioni sono state riprese da Sportbible: "Non credo sia una grande affermazione sostenere che il Liverpool possa vincere il campionato. In questa stagione sono decisamente al di sopra di tutti gli altri. Penso e credo che la squadra possa anche rimanere imbattuta sino alla fine del campionato".

TITOLO - Henry non prende neanche in considerazione l'idea che qualcuno possa insidiare il Liverpool. La questione riguardante il titolo, dopo il 4-0 rifilato a casa del Leicester, è chiusa: "Non sono un tifoso del Liverpool, ma mi piace vedere una squadra giocare così. Non è più questione di capire il "se", ma si deve solo attendere il "quando" vinceranno il campionato. Ormai sono inarrestabili. Quello che stanno facendo è spaventoso. Jurgen Klopp non lo ammetterà mai, ma questa squadra è in missione. Non si fermeranno dopo questa vittoria. Con il Leicester si poteva essere sul 4-0 già a metà partita. Klopp può anche dire che non è stato fatto nulla e devono continuare, ma quello che stanno facendo non è normale. E credo che festeggeranno comunque solo dopo l'ultima partita di campionato".