Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Henry bacchetta Pochettino: “Messi non partecipa al gioco è troppo isolato, serve una soluzione”

Henry bacchetta Pochettino: “Messi non partecipa al gioco è troppo isolato, serve una soluzione” - immagine 1

In Francia, la stella argentina è apparsa ancora in difficoltà

Redazione Il Posticipo

Leo Messi non è andato in gol nel Clasique che il PSG non è riuscito a vincere al Velodrome. Ed è ancora in attesa di segnare la sua prima rete nel campionato francese dopo quattro partite. Sinora ne ha messe a segno tre in sette partite, tutte in Champions. In Francia, la stella argentina è apparsa ancora in difficoltà. Chi lo conosce bene, come Henry, suo compagno di squadra ai tempi del Barcellona, lancia l'allarme. A suo avviso, la pulce non è adeguatamente assistita dai compagni. Ed è troppo isolato dal gioco.

ANALISI - Il francese ha analizzato la prestazione di Messi su Prime Video. E ritiene che il PSG lo debba mettere nelle condizioni di esprimersi al meglio. "Non penso affatto che Messi sia triste. Piuttosto direi che sia molto isolato. Non è partecipe al gioco perché non servito adeguatamente dai compagni. Credo che Pochettino debba trovare una soluzione in modo che i tre lì davanti possano coesistere ed essere tutti incisivi allo stesso modo. Non ho i dati a livello tattico ma mi sembra evidente che Messi, lì sulla destra, abbia un impatto molto minore nel gioco. E partecipa molto di rado alla manovra. Personalmente ritengo che la sua collocazione ideale sia al centro, anche perché può dare più scelte e ritmo all'intera squadra".

Henry bacchetta Pochettino: “Messi non partecipa al gioco è troppo isolato, serve una soluzione”- immagine 2

SCELTA - Mbappé invece si trova a suo agio. Henry, in questo senso, ha le idee molto chiare. "Messi non è un calciatore che si faccia sentire molto in campo. Parla molto con il pallone, ma la squadra tende a servire molto più spesso Mbappé. Ed è lo stesso Kylian che fa brillare il PSG proprio perché calamita la maggior parte dei passaggi dei compagni. Il PSG ha bisogno di uscire presto dall'equivoco tattico. La squadra è un'orchestra e ogni orchestra ha solo un direttore. Io vedo ne vedo troppi". Di conseguenza... nessuno. Un messaggio abbastanza esplicito invito a Pochettino, ormai alla guida del PSG da dieci mesi e ancora alla ricerca di una identità definita.