Henderson si toglie un peso: “Quando sono arrivato al Liverpool volevo uccidere Suarez…”

Tra compagni di squadra non corre sempre buon sangue. Oggi Jordan Henderson è un’istituzione per i Reds, ma in passato ha dovuto sgomitare tanto e sopportare anche un certo Luis Suarez: una volta la situazione tra i due è davvero precipitata…

di Redazione Il Posticipo

Luis Suarez e Jordan Henderson: il 2011 li ha fatti conoscere e all’inizio non è stato per niente un bell’incontro. A gennaio di quell’anno l’uruguaiano ha lasciato l’Ajax per sbarcare ad Anfield dove in estate è arrivato l’ex giocatore del Sunderland: i due sono diventati presto i punti di riferimento di Brendan Rodgers, che ha sfiorato la vittoria della Premier sulla panchina dei Reds nel 2013-14. All’inizio però tra Suarez ed Henderson non correva buon sangue come rivelato dall’attuale capitano del Liverpool, che sogna di ritornare sul tetto d’Inghilterra trent’anni dopo l’ultima volta.

CONFESSIONE – Henderson ha confessato come è stato il suo rapporto con Suarez nei primi mesi al Liverpool. Il centrocampista ha scelto il podcast di “The Greatest Game with Jamie Carragher” per vuotare il sacco, rivelando cose che però l’ex difensore dei Reds conosceva già, avendo smesso alla fine della stagione 2012-13: “Ho dato il massimo quando sono arrivato a Liverpool. All’epoca ero giovane e c’erano un paio di cose che Luis faceva in allenamento e che non mi piacevano. Non pensava che fossi abbastanza bravo per giocare nella sua squadra, alzava le braccia come a dire ‘che c***o sta facendo questo’ come se non dovessi essere lì. Mi ha fatto male quel gesto, lo ha ripetuto tre volte e un giorno sono esploso, ero pronto a ucciderlo”. Ma per fortuna tutto è bene quel che finisce bene…

CAMBIO DI ROTTA – L’attuale capitano del Liverpool ha dovuto sgobbare per conquistare la stima dell’attaccante con cui le cose poi sono migliorate: “Da quel momento in poi ho avuto un bel rapporto con Luis e nella partita successiva gli ho servito un assist per fare gol. Col tempo siamo stati sempre più vicini, ho imparato tante cose da Suarez”. Alla fine della stagione 2013-14 l’attaccante è andato al Barcellona ed Henderson è diventato sempre più importante fino alla nomina di capitano arrivata nel 2015 quando Steven Gerrard è passato ai Los Angeles Galaxy. Il centrocampista è l’uomo chiave di Jürgen Klopp e del c.t. Gareth Southgate: secondo quanto riportato dalla stampa inglese, sarebbe stato lui a separare Raheem Sterling e Joe Gomez quando sono venuti alle mani in ritiro. In fondo Henderson sa che cosa significa perdere la testa in allenamento… l’importante è metterci una pezza e ripartire.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy