calcio

Hector Moreno, una stagione da maratoneta! Con la finale di Gold Cup sono passati 350 giorni… dalla prima partita!

Il difensore messicano ex Roma è pronto ad affrontare gli Stati Uniti nella finale di Gold Cup dopo un'annata lunghissima: riuscirà a dosare le energie in vista del suo ultimissimo impegno in stagione? La sua annata è stata davvero...

Redazione Il Posticipo

Chi non vorrebbe tirare il fiato dopo una stagione infinita? Soprattutto se ti chiami Hector Moreno! L'ex difensore della Roma ha giocato una lunghissima annata con la Real Sociedad, dove è sbarcato nel gennaio 2018 dopo il breve periodo coi giallorossi, e con la maglia del Messico. Dallo scorso Mondiale ad oggi il difensore non è riuscito mai a tirare il fiato, ma il suo "incubo" sta per finire. In fondo tra il messicano e le vacanze ci sono solo... gli Stati Uniti!

FINALE - Come riportato dal Mundo Deportivo, Hector Moreno chiuderà la sua lunghissima stagione all'alba di lunedì, quando il 31enne difensore centrale scenderà in campo con la sua nazionale nella finale di Gold Cup contro gli Stati Uniti. Dopo questo incontro finirà un percorso lungo 350 giorni. Hector Moreno spera che la sua stagione possa finire con un titolo chiaramente. Ma che cosa gli ha impedito di tirare il fiato nell'ultimo anno solare?

DAL MONDIALE IN POI - Dopo la Coppa del Mondo, il difensore si è unito al suo club il 23 luglio e 5 giorni dopo è sceso in campo per la sua prima amichevole pre-campionato contro l'Osasuna. È stato il calcio d'inizio di una stagione in cui Moreno ha giocato 1929 minuti con la maglietta della Real Sociedad, distribuiti in 25 partite. Moreno è anche un giocatore fondamentale per la sua nazionale, con cui ha giocato una partita amichevole a marzo e altri due all'inizio di giugno. Il difensore ha saltato la fase a gironi di Gold Cup per un infortunio e ha debuttato ai quarti nella sfida tra Messico e Costa Rica. Poi è sceso in campo contro Haiti in semifinale fino ai supplementari ed è probabile che faccia lo stesso in campo contro gli Stati Uniti. Sarà l'ultimo atto di una stagione lunghissima fatta di quasi 360 giorni in campo. Poi vacanze? Beh, si spera per lui!