Hector e un esordio in Premier…in ritardo: il giocatore del Fulham realizza il suo sogno dopo quindici prestiti

Hector e un esordio in Premier…in ritardo: il giocatore del Fulham realizza il suo sogno dopo quindici prestiti

Esordire in Premier League a 28 anni non è poi una rarità. Ma giocare la prima partita nel torneo più seguito (e ricco del mondo) dopo undici anni…di prestiti non è esattamente cosa da tutti. Eppure è quello che succederà a Michael Hector, calciatore del Fulham, che sta per realizzare il suo sogno…con un po’ di ritardo.

di Redazione Il Posticipo

Esordire in Premier League a 28 anni non è poi una rarità. Molti calciatori inglesi passano anni nelle serie inferiori, per poi spiccare il volo verso il campionato dei grandi, magari grazie a una promozione. Ma giocare la prima partita nel torneo più seguito (e ricco del mondo) dopo undici anni…di prestiti non è esattamente cosa da tutti. Eppure è quello che succederà a Michael Hector, calciatore del Fulham, che sta per realizzare il suo sogno…con un po’ di ritardo e attraverso una serie di destinazioni intermedie che fa paura. Come spiega Marca, ben quindici prestiti prima di trovare la fiducia necessaria dalle parti di Craven Cottage.

READING – Una storia che inizia addirittura nelle giovanili del Millwall, lasciate per il Turrock e poi l’approdo al Reading, ad appena 17 anni. In teoria un punto di partenza, in pratica anche, ma nel vero senso della parola. Pur essendo sotto contratto con i Royals fino al 2015, Hector ha giocato appena una sessantina partite tra Championship e coppe, tutte nelle ultime tre stagioni dell’accordo. Nel frattempo, però, ha fatto il giro di mezza Inghilterra, senza farsi mancare anche un pizzico di Scozia: Bracknell Town, Didcot Town, Havant & Waterlooville, Oxford City, Horsham, Dundalk, Barnet, Shrewsbury Town, Aldershot Town, Cheltenham Town e Aberdeen.

CHELSEA – Poi, nel 2015, la luce. Lo acquista il Chelsea, ma la musica non cambia granchè, anzi. I Blues, come prima cosa, lo cedono proprio al Reading, ovviamente in prestito. E poi ancora viaggi, anche internazionali: Eintracht Francoforte, Hull City e Sheffield Wednesday. Insomma, ovunque, tranne che in Premier League. Per fortuna di Hector, però, il Fulham ha creduto in lui e l’ha incorporato nella squadra che ha ottenuto la promozione. E adesso, nel match di esordio dei Cottagers contro l’Arsenal, dovrebbe essere nell’undici titolare, per un esordio tanto atteso quanto meritato. E se poi dovesse finire in panchina, il difensore non se ne farà un cruccio: dopo un decennio di prestiti, aspettare un’altra settimana non sarà un dramma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy