Hazard spaventa Sarri: “Felice al Chelsea, ma il mio sogno è giocare in Spagna”

Hazard spaventa Sarri: “Felice al Chelsea, ma il mio sogno è giocare in Spagna”

Hazard continua a segnare e si trova benissimo nei meccanismi del tecnico italiano. Ma le sirene del mercato, soprattutto quelle iberiche, continuano ad affascinarlo…

di Redazione Il Posticipo

Sarri spaventato? Probabile. Non tanto per il secondo pareggio in Premier League, visto che, nonostante il vantaggio iniziale, ci sta che l’imbattuto Liverpool di Klopp possa portar via un punto da Stamford Bridge. A fare paura è infatti…il marcatore di giornata, che esattamente come nella partita di Carabao Cup è il solito Eden Hazard. Il belga ha realizzato la seconda rete ai Reds nel giro di qualche giorno, confermando il suo splendido periodo di forma. E nel Sarri-ball il numero 10 sembra trovarsi a meraviglia, rendendo alla perfezione sia dal punto di vista del gioco individuale che per utilità alla squadra.

SPAGNA – Di cosa deve dunque aver paura Sarri? Del futuro e…della Spagna. In un’intervista a BT Sport, il belga ha infatti parlato della sua estate molto particolare, con la concreta possibilità di lasciare il Chelsea. E quello che ha detto non può certo lasciare tranquilli i tifosi dei Blues. “Vi dirò la verità, dopo il mondiale volevo andarmene perché il mio sogno è giocare in Spagna. Poi ho parlato con la dirigenza e con l’allenatore e ho detto ‘posso rimanere, non c’è problema’. È arrivato Sarri, ci piace lavorare con lui e sono felice di essere rimasto. E ho ancora tre anni di contratto”.

RIMANERE O ANDARE VIA? – Tutto è bene quel che finisce bene? Non proprio, perche Hazard continua a non smentire la possibilità che, prima o poi, possa lasciare Stamford Bridge. “Rimanere per sempre al Chelsea? Certo, è una possibilità. Ma è anche possibile che io me ne vada. Adoro il club, i tifosi, la città e i miei compagni di squadra, quindi per me è facile rimanere qui. Ma come ho già detto, sarò felice sia se resto che se dovessi andare via. Questo club è ormai parte della mia vita, quindi vedremo”. Come nella scorsa estate, non certo una chiusura definitiva al trasferimento. E se la Spagna dovesse chiamare…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy