Hazard conferma un confronto del gruppo con Kepa: “Ci abbiamo parlato e lui…”

Hazard conferma un confronto del gruppo con Kepa: “Ci abbiamo parlato e lui…”

Nessuno tocchi Maurizio. O almeno, nessuno può decidere impunemente di contravvenire alle regole senza beccarsi un bel richiamo. Anche da parte dei calciatori del Chelsea, accusati di non aver fatto abbastanza per sistemare le cose nell’ormai celebre…Kepagate.

di Redazione Il Posticipo

Nessuno tocchi Maurizio. O almeno, nessuno può decidere impunemente di contravvenire alle regole senza beccarsi un bel richiamo. Il Kepagate ha tenuto banco dopo la finale di Carabao Cup e la conseguente esclusione del portiere dalla partita contro il Tottenham. La scenata in mondovisione non è stata il massimo della vita e Sarri si è trovato a dover decidere se punire il portiere per aver rifiutato platealmente il cambio. Alla fine così è stato e, almeno dalle dichiarazioni del tecnico e persino di Caballero, che si è sentito supportato dal compagno finito in panchina, tutto sembra tornato nella norma a Stamford Bridge.

CRITICHE – Ora arriva anche l’intervento di uno dei leader della squadra, Eden Hazard. Che avrà anche il contratto in scadenza tra un anno e mezzo, ma comunque resta assolutamente uno dei calciatori più importanti e più influenti a disposizione di Sarri. E il belga smentisce una certa noncuranza da parte del gruppo nel caso Kepa. Molti avevano criticato i calciatori per il loro atteggiamento nei confronti del compagno. Più di qualcuno se l’è presa con capitan Azpilicueta, reo di non aver preso…per le orecchie il ribelle e di non averlo portato fuori con le cattive. E in generale, tutta la squadra è stata accusata di non aver preso posizione, delegittimando ulteriormente il tecnico.

“ABBIAMO PARLATO” – Sarri su questo è stato comprensivo, spiegando che i calciatori sono stati talmente sorpresi dall’assurdità della questione da non riuscire a pensare a come intervenire. Ma, come dichiara Hazard a RMC, c’è stato un conciliabolo con lo spagnolo a fine partita, in cui il gruppo si è fatto sentire. “È stata una questione di gioco durante una finale. E quindi abbiamo parlato con lui e ci siamo spiegati. Lo abbiamo fatto tutti, il club, i giocatori, gli allenatori, anche Caballero. Kepa sa bene che ha fatto un errore. Ma eccoci qui, si va avanti. E lui può diventare il miglior portiere del mondo”. Sempre ammesso che non decida di…fare l’allenatore, come suggeriscono molti tifosi dopo il Kepagate!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy