Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Hazard, campione ma deluso: “È stata sicuramente la peggior stagione della mia carriera”

C'è chi come Bale non è protagonista per scelta e chi invece è rimasto fuori dai giochi contro la sua volontà. Hazard doveva essere il fiore all'occhiello della campagna acquisti del Real Madrid, ma il suo apporto al titolo conquistato dai...

Redazione Il Posticipo

C'è chi come Bale non è protagonista per scelta (sua o del tecnico) e chi invece è rimasto fuori dai giochi contro la sua volontà. Eden Hazard doveva essere il fiore all'occhiello della campagna acquisti del Real Madrid, ma il suo apporto al trentaquattresimo titolo nazionale della Casa Blanca è stato minimo. Colpa di due infortuni fastidiosi che lo hanno tenuto fuori dalle rotazioni per più di metà campionato. Il belga, parlando a Franceinfo, spiega che da un punto di vista dei successi di squadra non può certo lamentarsi. Ma che lui, arrivato per prendersi la pesante eredità di Cristiano Ronaldo (con tanto di numero 7 sulle spalle), non è assolutamente soddisfatto.

INFORTUNI - Colpa dei guai fisici, qualcosa che ha contraddistinto la sua prima stagione al Real Madrid. “Ovviamente ho avuto troppi infortuni, ma spero che il prossimo anno le cose vadano meglio. E nonostante non sia stata una grandissima annata per me, sono venuto qui e ho vinto il campionato al primo tentativo. Non avrei potuto chiedere di più. E quest'anno abbiamo vinto da squadra, perchè per me, da un punto di vista individuale, è stata di certo la peggior stagione della mia carriera". Considerando che il trasferimento al Bernabeu, per essere allenato dal suo mito Zidane, era il suo sogno da sempre, c'è da giurare che il belga abbia una grandissima voglia di rivincita.

CHAMPIONS - Che, paradossalmente, può arrivare...a stagione in corso. Ad agosto c'è la Champions, anche se il Real Madrid deve ribaltare l'andata degli ottavi contro il City di Guardiola. Ma quando si indossa la camiseta blanca, tutto è possibile. “È stata una stagione molto strana, con tutto quello che è successo. E il bilancio è già molto positivo, ma penso che le cose possano andare ancora meglio se in Europa riuscissimo a qualificarci nel ritorno degli ottavi contro il Manchester City. Il prossimo titolo a cui puntare deve essere la Champions League, anche se sarà complicato, perchè dobbiamo giocare contro il City, che ha una grandissima squadra". Zidane, però, ha una certa propensione a fare bene in Europa. E chissà se, con una Champions in bacheca, Hazard guarderà ancora a questa stagione come alla peggiore di sempre...