Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Hargreaves: “Non paragoniamo Haaland e Mbappè con CR7 e Messi. Loro giocano in due squadre scarse”

(Photo by David Ramos/Getty Images)

L'Olimpo di Lionel Messi e Cristiano Ronaldo ha... poco futuro. Gli eredi, Haaland e Mbappé, per qualcuno li hanno già superati. Owen Hargreaves non è d'accordo e invita ad andarci piano.

Redazione Il Posticipo

L'Olimpo del calcio è affollatissimo. In cima,  c'è posto per i migliori calciatori del presente: Lionel Messi e Cristiano Ronaldo, i più quotati. Solo che il presente del 10 del Barça e del 7 della Juventus ha... poco futuro. Così qualcuno comincia a ipotizzare i loro eredi. I nomi più gettonati, dati e performance alla mano, sono quelli di Haaland e Mbappé. Considerando la media gol, i due nuovi fenomeni potrebbero addirittura superare anche abbastanza agevolmente i due titani. Owen Hargreaves, però,  non è d'accordo e invita ad andarci piano.

CONFRONTI - Il talento c'è, è evidente, il tempo per fare enormi imprese anche. Owen Hargreaves, però, spiega a BT Sport che Mbappe e Haaland devono ancora lavorare molto per poter essere considerati nella stessa cerchia delle due leggende degli ultimi 15 anni. "Nessuno nega che Mbappé e Haaland siano due dei migliori giovani giocatori al mondo ma bisogna considerare la longevità di Messi e Ronaldo. Questi due ragazzi sono molto  giovani e stanno tenendo una media più alta. I numeri non mentono ma Ronaldo e Messi sono stati e continuano ad essere in cima  da 15 anni".

 DORTMUND, GERMANY - FEBRUARY 18: Kilian Mbappe of Paris Saint-Germain shakes hands with Erling Haaland of Dortmund prior to the UEFA Champions League round of 16 first leg match between Borussia Dortmund and Paris Saint-Germain at Signal Iduna Park on February 18, 2020 in Dortmund, Germany. (Photo by Alex Grimm/Getty Images)

RISPETTO - L'ex centrocampista dello United  pretende maggiore rispetto per i due campionissimi. E invita ad andarci piano con le... nuove leve. "Certamente è emozionante avere dei ragazzi giovani che hanno medie realizzative così alte ma dobbiamo rispettare la longevità della carriera di Messi e Cristiano Ronaldo. E fino a che questi ragazzi non ripeteranno i loro numeri per almeno cinque anni di fila non possono nemmeno essere inseriti in un discorso che comprende quei due là. E lo dico col massimo rispetto. Li stanno superando in questo momento ma Ronaldo gioca in una Juventus con una squadra piuttosto scarsa e Messi in un Barcellona altrettanto scarso".

Potresti esserti perso