calcio

Fra harakiri e rimonte, gli epiloghi più incredibili in Serie A

Redazione Il Posticipo

1992. All’Adriatico di Pescara va in scena una partita assurda. Il Milan in svantaggio: segna Allegri, proprio lui. Pareggia Maldini, raddoppia Lentini, all’11 si è già 2-2 con il pareggio di Nobile. Ancora Allegri per il 3-2. E il sogno sembra concretizzarsi con Massara: 4-2. Nella squadra di Capello però c’è un certo Marco Van Basten, che con una tripletta (l’ultima in serie A) fissa il punteggio sul 4-5.