Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Hamann, dubbi su De Ligt: “A Torino non bene, non so se sia in grado di comandare la difesa del Bayern”

Hamann, dubbi su De Ligt: “A Torino non bene, non so se sia in grado di comandare la difesa del Bayern” - immagine 1
Un trasferimento che non convince appieno.

Redazione Il Posticipo

De Ligt al Bayern Monaco. Un trasferimento che non convince appieno Dietmar Hamann. L'ex calciatore oggi apprezzato opinionista in Germania, ha analizzato scenari e prospettive dei bavaresi su Sky Sport.de lasciando trapelare più di qualche perplessità sull'acquisto del centrale olandese.

DUBBI

L'ex Bayern e Liverpool spiega il proprio punto di vista. "De Ligt al Bayern sembra qualcosa di meraviglioso. Avrà accanto a se due Campioni del Mondo e completa una difesa che sembra imbattibile. Resta da capire però se quanto sembra poter funzionare in teoria sarà messo in pratica. Ho qualche dubbio sui giocatori che provengono dall'Ajax. De Jong ha faticato a Barcellona e stanno per cederlo. De Beek non ha giocato allo United, De Ligt non si è comunque imposto alla Juventus. E parliamo di tre profili destinati ad un futuro da Top Player. Ovviamente ogni grande acquisto è destinato a mettere una certa pressione sull'allenatore. Non so se De Ligt, che non ha certo brillato nell'ultima metà della stagione sarà in grado di comandare una difesa come quella del Bayern Monaco. Anzi sarei molto cauto prima di affermarlo".

 

Hamann, dubbi su De Ligt: “A Torino non bene, non so se sia in grado di comandare la difesa del Bayern” - immagine 1

LEWANDOWSKI

Immancabile anche un commento su Lewandowski. "Ovviamente lascia in eredità una lacuna da colmare specialmente in termini di gol, considerando che questo è un giocatore che negli ultimi anni ha segnato in media tra le 30 e le 50 reti in tutte le competizioni. Sono numeri difficili da raggiungere. Credo che il peso di questa eredità vada distribuito ma penso anche che al Bayern siano siano felici della sua partenza. Anche perché c'era il rischio di perderlo a parametro zero. Il c si è comportato molto bene con il calciatore. Fra l'altro Lewandowski, innescando quel vortice di polemiche con le sue dichiarazioni, ha anche agevolato la sua cessione e permesso al club di alzare il prezzo innescando un gioco delle parti che alla fine ha fatto tutti contenti. Per quanto il suo sia un addio pesante Lewandowski ha davvero fatto un grande favore al Bayern e anche a Nagelsmann che avrà più soluzioni di gioco senza un vero centravanti di ruolo".