Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Haller e un poker da leggenda: e pensare che la scorsa stagione…l’Ajax se l’è scordato per l’Europa League!

(Photo by Dean Mouhtaropoulos/Getty Images)

Sebastien Haller, centravanti dell'Ajax, ha iniziato come meglio non poteva la sua avventura in Champions: poker clamoroso allo Sporting. E pensare che neanche un anno fa non era abbastanza...per l'Europa League, almeno a giudicare dalle liste!

Redazione Il Posticipo

Se è vero che la prima volta in Champions League non si scorda mai, figurarsi cosa può succedere se all'esordio si scrive la storia della manifestazione. Sebastien Haller, centravanti francese naturalizzato ivoriano dell'Ajax, ha iniziato come meglio non poteva la sua avventura nel massimo trofeo continentale. Nella vittoria esterna dei Lancieri per 1-5 c'è la sua firma. E non una sola volta, ma ben quattro, a partire dalla doppietta che ha subito sconquassato il match nei primi minuti di gioco. Haller però non si è fermato e ha portato a casa un poker che è già leggenda, considerando che oltre lui l'unico ad aver esordito in Champions in questa maniera è stato Marco Van Basten con quattro gol al Göteborg.

EUROPA LEAGUE - E pensare che neanche un anno fa, Haller non era abbastanza...per l'Europa League. O almeno, questo è quello che sembrerebbe a guardare quanto successo lo scorso febbraio. L'Ajax compra Haller dal West Ham (anche a prezzo di saldo, considerando che gli inglesi lo pagano 50 milioni di euro e lo rivendono per la metà) e gli affida l'attacco in Eredivisie. E solo lì, perchè per qualche motivo il suo nome viene totalmente dimenticato da parte di chi ad Amsterdam si occupa di compilare le liste per le coppe europee. Quando all'Ajax se ne accorgono, la frittata ormai è fatta: Haller, che per inciso è anche l'acquisto più caro della storia del club, resta fuori, per la gioia della Roma, che elimina i Lancieri ai quarti di finale.

GOL - Nel frattempo, Haller il suo almeno in Olanda lo fa eccome, perchè in 19 partite, quelle finali del girone di andata e di tutto il ritorno, mette a segno 11 reti e per poco non spodesta Tadic (14) come miglior marcatore stagionale della squadra in Eredivisie. Anche in coppa d'Olanda il francese dà una mano, con due gol in quattro partite. E l'inizio di campionato di questa stagione è altrettanto ottimo, con la media perfetta di un gol a partita, quattro su quattro. Un numero che, visto l'esordio in Champions League, è anche abbastanza ricorrente in questi giorni. A questo punto viene spontaneo chiedersi cosa avrebbero combinato i Lancieri se l'anno scorso qualcuno non avesse fatto un errore clamoroso. Probabile che Ten Hag ancora non ci dorma molto bene. Nel caso, complicato dargli torto...