Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Halilovic, dal Milan…ai Peaky Blinders: il croato in procinto di firmare con il Birmingham City

(Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Di giovanissimi che ricevono l'etichetta di campioni un po' troppo presto ce ne sono molti. Come Alen Halilovic, un nome che i tifosi del Milan ricordano bene, considerando che il croato si è appena svincolato dal club rossonero. Ora il croato,...

Redazione Il Posticipo

Di giovanissimi che ricevono l'etichetta di campioni un po' troppo presto ce ne sono molti. Basterebbe pensare al "nuovo Pelè", Freddy Adu, che a quattordici anni doveva ripercorrere le gesta di O Rey e a trentuno ha appena trovato un ingaggio nelle serie inferiori svedesi dopo essere stato a lungo svincolato. E di storie simili ce ne sono molte: calciatori che avevano tutti i mezzi tecnici per sfondare, ma che poi, per un motivo o per un altro, hanno trovato di fronte a loro diversi muri che gli hanno impedito di mantenere le promesse. Proprio quello che è successo ad Alen Halilovic.

FENOMENO - Un nome che i tifosi del Milan ricordano bene, considerando che il croato si è appena svincolato dal club rossonero dopo essere stato sotto contratto per due anni senza mai lasciare il segno. Anzi, è anche stato prestato, prima allo Standard Liegi e poi all'Heerenveen, ma nè in Belgio nè in Olanda ha dimostrato di poter puntare in alto. Quasi assurdo, ripensando al fatto che ai tempi in cui era stato acquistato dal Barcellona era considerato un prospetto sicuro per il futuro. In Catalogna però per lui solo presenze con la squadra B, più una con i grandi sostituendo Adama Traorè in un match di Copa del Rey in cui Luis Enrique aveva schierato parecchie riserve dopo la vittoria nella partita di andata.

BIRMINGHAM - Quello l'inizio di un crollo quasi verticale che ora lo porta in lidi fino a qualche anno fa impensabili, come il Birmingham City. Già, perchè Richard Wilford di BBC West Midlands ha appena riportato su Twitter che il croato ha superato le visite mediche con il club inglese e che ora Aitor Karanka, tecnico dei Blues, gli affiderà il ruolo di trequartista. Un colpo a sorpresa da parte del club nato a Small Heath, quartiere in cui è ambientata la celebre Serie TV Peaky Blinders, che avrà però bisogno di tutto il talento finora inespresso di Halilovic. La squadra si trova al diciassettesimo posto in Championship e dovrà sudare per non rimanere invischiata nella lotta per non retrocedere in League One. Ma chissà che a Birmingham non sbocci di nuovo il fiore del croato...