Håland: l’astro nascente del calcio mondiale con un passato virale…nel rap

Håland: l’astro nascente del calcio mondiale con un passato virale…nel rap

Si parla molto di Erling-Braut Håland, dei suoi gol e del suo trasferimento al Borussia Dortmund. Pochi, però, sanno che prima di diventare un grande calciatore è stato un… rapper. E un video di qualche anno fa è diventato (più o meno) una hit…

di Redazione Il Posticipo

Lo voleva il Manchester United, lo seguiva la Juve e un’altra decina di squadre lo guardava con interesse. Eppure, Erling-Braut Håland ha scelto il Borussia Dortmund. Il ragazzo ha sfornato un gol dopo l’altro: 16 in campionato con 6 assist, 8 in 6 presenze in Champions e altri 4 in due partite di coppa nazionale. Insomma, gol a raffica e la stagione è ancora lontana dalla sua fine. Gol… e parole a raffica. E per “parole” non si intendono le vagonate di articoli sportivi dell’ultimo anno su di lui ma quelle… rappate dal ragazzo qualche anno fa.

RAPPER – Ebbene sì, come conferma Eurosport.de, il ragazzo, prima di diventare una stella del calcio, assieme ad alcuni amici stava cercando di sfondare nel panorama underground della musica. Kygo Jo è il titolo della canzone del gruppo Flow Kingz di cui faceva parte il nuovo attaccante del Borussia Dortmund con la collaborazione di Lyng. Il video, disponibile su YouTube, è quanto di più amatoriale si possa trovare ma è estremamente ispirato più che all’hip hop alle clip pop-punk di fine anni ’90 che mettevano in risalto comportamenti bonariamente demenziali adolescenziali. E l’allora sedicenne Håland sembra divertirsi molto. Chiaramente, ora che il ragazzo d’oro ha fatto il grande salto verso la Bundesliga, il video è spuntato fuori ed è diventato virale.

COMMENTI – Il testo della canzone, rigorosamente in norvegese, non è stato analizzato. Piuttosto, saltano all’occhio i commenti sotto al video sulla piattaforma di broadcast colmi di pura genialità: “Pensavo che una tripletta in Champions League fosse impressionante fino a quando ho visto questo“, ma anche “signore e signori, ecco a voi il capocannoniere della Champions“. Non manca chi, non comprendendo il norvegese, ironizza sui suoni: “Quando Erling ha detto“efydbdhydjdndbdhd fhrbfhfu yujrnhtftting” ho sentito delle vibrazioni nelle vene e nella colonna vertebrale“. C’è stato anche qualche attento giudice musicale che richiama l’attenzione sui temi fondanti del genere musicale interpretato: “0% donne; 0% droghe; 0% soldi o macchine costose: 100% capolavoro” e infine c’è chi viaggia con la fantasia: “Il mio sogno è di vederlo vincere il pallone d’oro e che mettano questa canzone quando riceve il trofeo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy