Haaland si ispira a Ibra e…mangia come Cristiano Ronaldo: “Da quando ha sentito la storia della cena con Evra…”

Haaland si ispira a Ibra e…mangia come Cristiano Ronaldo: “Da quando ha sentito la storia della cena con Evra…”

Ora arriva il difficile per Erling Haaland. Il talento norvegese avrà gli occhi di tutta Europa puntati addosso. Del resto un conto è sorprendere, un altro è confermarsi. Ma visti i modelli a cui si ispira l’attaccante del Salisburgo, le sfide sono ben accette.

di Redazione Il Posticipo

Ora arriva il difficile per Erling Haaland. Il talento norvegese avrà gli occhi di tutta Europa puntati addosso. Del resto un conto è sorprendere, un altro è confermarsi. E dopo la tripletta all’esordio in Champions contro il Genk, l’attaccante del Salisburgo è chiamato ad un test molto più probante: il Liverpool campione d’Europa. Ma per chi vuole diventare grandissimo, sono queste le partite che fanno la differenza. E se il tuo modello è un collega che ha grandissima stima di se stesso, meglio cominciare sin da giovani a mostrare qualche similitudine. Magari, lasciando parlare il campo.

ZLATAN… – Haaland non è un grandissimo fan delle interviste, come ha dimostrato quella abbastanza incerta dopo la tripletta, che è diventata virale due settimane fa. Ma l’attaccante ha recentemente raccontato a TV2 del suo modo di intendere il calcio. E, abbastanza poco sorprendentemente, il suo idolo è…Zlatan Ibrahimovic. “Ho avuto parecchi modelli e ho visto molti buoni giocatori, ma la mia ispirazione più grande arriva da Zlatan. Come è diventato così forte, il percorso che ha fatto, il modo in cui gioca. E poi, è scandinavo anche lui, quindi qualcuno dovrà pur essere il suo erede, no?”. Idee molto chiare per il ragazzino. Che però di modello celebre ne ha anche un altro.

…E CRISTIANO – A raccontarlo a EPSN è suo padre, quell’Alf-Inge Haaland che ha giocato con il Manchester City e che ha avuto parecchi scontri con Roy Keane, con l’ultimo che gli è costato la carriera. “Io ci ho messo molta determinazione per diventare un calciatore, ma Erling ha fatto ancora più sacrifici, lasciando casa a 16 anni per trasferirsi a Molde. Ed è un professionista migliore di quanto lo sia stato io”. Al punto da mantenere un regime alimentare molto rigido. E la colpa…è di Evra. “Gli hanno raccontato la storia di Evra che va a cena da Ronaldo e Cristiano mangia solo pesce”. In realtà era pollo, ma l’effetto è lo stesso. “E adesso Erling fa la stessa cosa, perchè Ronaldo ha 34 anni ed è ancora al top, quindi dimostra che fare le cose per bene paga”. La speranza, per il Liverpool, è che il ragazzo non arrivi ad Anfield…affamato di gol.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy