Haaland scherza, ma non troppo: “Dormo con cinque…’amiche’. Giocare con Cristiano? No comment…”

È l’uomo del momento, anche se vista l’età bisognerebbe dire…il ragazzino. Erling Haaland ha appena 19 anni, ma ha già fatto capire che il futuro è suo. Ma se sulle voci di mercato che lo riguardano non si sbilancia, il norvegese racconta che fine fanno i palloni delle sue triplette…

di Redazione Il Posticipo

È l’uomo del momento, anche se vista l’età bisognerebbe dire…il ragazzino. Erling Haaland ha appena 19 anni, ma ha già fatto capire che il futuro è suo e il presente anche. Tripletta all’esordio in Champions, vagonate di gol in campionato con il Salisburgo e una quotazione sempre più astronomica. Normale, quando ti seguono le migliori squadre d’Europa. Tutti vogliono il norvegese e il suo club non vede l’ora che arrivino offerte, considerando che una eventuale asta porterebbe il cartellino del centravanti a più di cento milioni. Lui però al momento non si sbilancia, come dimostra un’intervista rilasciata al quotidiano norvegese Dagbladet.

VOCI DI MERCATO – Normale che al ritorno in patria per giocare con la nazionale il ragazzino sia al centro dell’attenzione. Ma è più il suo futuro a intrigare, piuttosto che il presente. E quando gli fanno notare che le voci di mercato lo vogliono ricercato dai migliori club del Vecchio Continente lui risponde semplicemente: “Non ho alcun problema con le voci”. A domande ancora più dirette, il figlio dell’ex giocatore del Manchester City non vuole proprio rispondere. “No comment”, sia quando lo accostano al Manchester United, alla Juventus o al Real Madrid, sia soprattutto quando gli chiedono come sarebbe giocare fianco a fianco assieme a un mito come Cristiano Ronaldo.

PALLONI – Di qualcosa però Haaland dovrà pur parlare e allora sceglie di raccontare un aneddoto inedito sulla sua vita di tutti i giorni. Dorme con…cinque amiche. Ma guai a pensare male, perchè il ragazzino è concentrato sul pallone. Talmente tanto che se lo porta a letto. Anzi, ne ha una collezione: tutti quelli che si porta a casa dopo una tripletta. “Li metto sul letto e dormo benissimo con loro. Li guardo ogni giorno, perchè segnare è la cosa più bella. A Salisburgo ne ho cinque. Sono le mie ‘amiche’…”, commenta ridendo Haaland. E il numero delle compagne di letto è destinato ad aumentare, considerando che cinque sono proprio le triplette fatte in stagione. Continuando così, andrà a finire che i palloni dovranno avere…una stanza tutta loro!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy