Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Haaland parla del futuro…col suo idolo Michu: “La Spagna gli piace, il Barça può essere una buona idea…”

(Photo by Lars Baron/Getty Images)

Tra i giocatori che lo hanno ispirato nel modo di giocare, Haaland cita sempre tre nomi: Ibra, CR7...e Michu. Con lo spagnolo c'è stato un incontro nella sede di uno sponsor, che ha dato loro modo di conoscersi personalmente e di parlare del futuro

Redazione Il Posticipo

Ognuno, persino i calciatori che hanno scritto la storia, ha i suoi miti. E pazienza se alcuni non sono...accettati dal grande pubblico. L'ultimo esempio è quello di Erling Braut Haaland, stella del Borussia Dortmund e della nazionale norvegese. Tra i giocatori che lo hanno ispirato nel modo di giocare, il golden boy cita sempre tre nomi: Ibra, Cristiano Ronaldo...e Michu. Già, proprio l'attaccante spagnolo con una breve e non certo indimenticabile esperienza a Napoli. Un po' sui generis come scelta, ma visti i risultati di Haaland, poco da discutere. E lo stesso Michu parla volentieri di quel ragazzo che ha per lui una inattesa venerazione.

IDOLO - Già qualche mese fa aveva spiegato a CadenaCope il legame con Haaland, scoperto quando AS è andato a spulciare nei tweet passati del centravanti e ha notato che spesso il norvegese...taggava Michu. "È vero, quando giocavo allo Swansea mi taggava sui social, penso che lo facesse perchè vedeva in me quello che voleva essere, un ragazzo che faceva bene in Premier League". Evidentemente, anche considerando che papà Alf Inge in Inghilterra ci ha giocato, tutti quei gol del piccoletto spagnolo in mezzo ai giganti del calcio di Sua Maestà hanno colpito l’immaginario dell’allora giovanissimo Haaland, che ora con Michu ha un rapporto privilegiato: "ci sentiamo attraverso messaggi privati su Instagram".

FUTURO - E cosa si dicono i due...colleghi? Come ha spiegato lo spagnolo a Què t'hi Jugues! di Cadena SER, c'è stato un incontro nella sede di uno sponsor, che ha dato loro modo di conoscersi personalmente e di parlare del futuro. "Abbiamo chiacchierato, non credo che rimarrà al Borussia Dortmund. Mi piacerebbe vederlo nella Liga, parliamo di un calciatore che se non è già il miglior centravanti del mondo, ci metterà poco a diventarlo. Ha fame di gol, è un giocatore di livello mondiale. Se Mbappè va al Real, il Barça potrebbe essere una buona opzione per lui. Quello che cerca è una squadra competitiva, che possa vincere la Champions. Mi ha dato la sensazione di essere alla ricerca di un progetto sportivo a lungo termine e mi ha detto che la Spagna gli piace". Abbastanza per far sognare almeno un paio di tifoserie di quelle parti...