Haaland: “Non sono sorpreso, ho lavorato sodo”

Con o senza tifosi cambia poco. Lui segna sempre. Il primo gol arriva in un derby surreale, ma Haaland e il Dortmund mostrano subito i muscoli.

di Redazione Il Posticipo

Haaland, con o senza tifosi cambia poco. Lui segna sempre. Il calciatore norvegese  ha aperto le marcature della nuova ripartenza della Bundesliga nel derby contro lo Schalke, ribadendo la bontà di una scelta. Il baby fenomeno ha cercato e voluto l’unico campionato che è già ripartito. E anche lui, si è adeguato, continuando da dove aveva finito. Segnando a raffica e confermando numeri straordinari. Già a quota 12 gol in stagione, niente male. Il primo gol arriva in un derby surreale, ma poco importa.  Il fiuto del gol, evidentemente non ha risentito dell’assenza della spinta del pubblico. E dopo sette settimane, il tempo sembra non essere passato.

DERBY – Haaland ha parlato nel post partita dopo il derby stravinto. Il Borussia non è incorso in alcun errore né sembra aver sofferto troppo lo stop. Complice anche uno Schalke non esattamente irresistibile,  ha dominato, lui ha aperto i giochi. Le sue parole, a caldo, sono state riportate da Sky Sport. “Non sono sorpreso dal livello così alto del nostro gioco. Ci siamo allenati molto bene in queste settimane”. Il Borussia Dortmund  è entrato subito in partita nonostante le porte chiuse. “Non avevamo paura di nulla, sapevamo che i nostri tifosi  ci avrebbero spinto da casa. Normalmente ci sono 80mila tifosi qui sapevamo che avremmo vinto, siamo sempre stati in pieno controllo del match. Non sono ancora in piena forma fisica e non potrebbe essere diversamente, ma  ho lavorato sodo e non sono sorpreso della mia prestazione”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy