calcio

Haaland delude in nazionale e in Norvegia volano le critiche: “Qui non si vede nulla di quello che fa a Dortmund…”

(Photo by Lars Baron/Getty Images)

Su quello che Haaland combina con la maglia del Borussia Dortmund c'è poco da dire, ma quando indossa la maglia della Norvegia, il cyborg torna pericolosamente umano. E quindi arrivano le prime critiche, anche da parte dell'ex romanista Riise...

Redazione Il Posticipo

Se i prossimi anni dovranno essere segnati da un dualismo tra Mbappè e Haaland, sulla scia di quanto accaduto negli ultimi due decenni tra Cristiano Ronaldo e Messi, c'è da dire che i due si stanno davvero impegnando a far sì che questo accada. E come spesso accade, se Atene piange, Sparta non ride. In Francia volano critiche per Mbappè per alcuni comportamenti non troppo apprezzati, sia con la nazionale che con il Paris Saint-Germain. E quindi in Norvegia non si fanno mancare nulla e anche loro attaccano il centravanti. Su quello che Haaland combina con la maglia del Borussia Dortmund c'è poco da dire, considerando che il bomber ha praticamente la stessa media gol di un mostro sacro come Lewandowski.

A SECCO - Ma quando indossa la maglia della Norvegia, il cyborg torna pericolosamente umano. Come se la nazionale...fosse una perdita di tempo. Questa l'impressione che qualcuno ha avuto nel paese scandinavo nel vedere le due partite disputate finora da Haaland. La sconfitta contro la Turchia, un clamoroso 3-0 con tanto di espulsione di Thorstvedt ha fatto rumore anche per la prestazione scialba del centravanti, che non si è mai reso pericoloso e ha perso palloni abbastanza semplici. Ma forse a preoccupare di più è il match precedente, quello contro Gibilterra. Un incrocio per cui in molti, non solo in Norvegia, avevano già pronto...il pallottoliere, immaginando valanghe di gol per Haaland. Che invece è rimasto a secco nel 3-0 dei suoi ed è anche stato sostituito prima della fine dell'incontro.

 (Photo by Christof Koepsel/Bongarts/Getty Images)

CRITICHE - Quanto basta affinchè, come spiega AS, comincino ad arrivare le prime critiche. Del resto, da chi in 14 partite in Champions League ha segnato già 20 gol, è abbastanza lecito aspettarsi di più. E quindi in Norvegia non vanno troppo per il sottile... A partire dall'ex romanista Riise, che ai microfoni di VGTV dice la sua: "È uno che a Dortmund è molto elogiato per come reagisce e mostra il suo carattere quando le cose non vanno. Ma qui di questo non si è visto nulla". A fare eco al terzino c'è un altro calciatore, Hulsker, che rincara la dose. "Se non avesse sfruttato palloni come questo a Dortmund si sarebbe arrabbiato con se stesso e si sarebbe preso a schiaffi. E qui invece sembra arrendersi". Insomma, in Norvegia si aspettano il vero Haaland. Ed è difficile dargli torto...