Haaland brilla, Neymar si arrabbia con il PSG: “Nelle ultime partite hanno avuto paura di farmi giocare, io ero pronto”

Haaland brilla, Neymar si arrabbia con il PSG: “Nelle ultime partite hanno avuto paura di farmi giocare, io ero pronto”

Neymar è una stella del calcio. Ma, come molti campioni, soffre quando viene lasciato in disparte o quando qualcuno brilla al suo posto. E nel match con il Borussia, Haaland fa doppietta e fa parlare di sè. Inammissibile per O Ney, che quindi…ci mette subito una polemica nei confronti del club.

di Redazione Il Posticipo

Neymar è una stella del calcio, difficile negarlo. Ma, come molti campioni, soffre quando viene lasciato in disparte o quando qualcuno brilla al suo posto. Gli è successo nel club con Kylian Mbappè, arrivato assieme a lui al Paris Saint-Germain e che piano piano gli ha mangiato la scena. Figurarsi se negli ottavi di finale di Champions League a prendersi tutti i riflettori è un altro ragazzino terribile, Erling Braut Haaland. Il norvegese fa doppietta, eclissa sia il francese che il brasiliano e fa parlare di sè. Inammissibile per O Ney, che quindi…ci mette subito una bella polemica nei confronti del club.

PAURA – Le sue parole, raccolte da RMC Sport a fine gara, lasciano intendere che i dissapori con il club e con il tecnico Tuchel siano tutt’altro che terminati. Soprattutto perchè, dopo l’ennesimo infortunio che lo ha tenuto fermo, il brasiliano è stato centellinato proprio per dare il meglio nelle gare di Champions. Missione riuscita, perchè O Ney ha fatto bene contro il Borussia, anche meglio di Mbappè. Ma in ogni caso è stata una scelta di Tuchel che ha fatto arrabbiare il numero 10 dei transalpini, che invece voleva scendere in campo più spesso. “Non è stata una mia decisione quella di non giocare le ultime partite. Io volevo giocare, mi sentivo bene, ma il PSG aveva paura e chi ne ha pagato le conseguenze sono stato io”.

HAALAND – Non proprio parole positive, al termine di un match che lascia ancora tutto aperto in chiave qualificazione ma che dimostra, qualora ormai ce ne fosse bisogno, che il Paris Saint-Germain in Europa non riesce davvero a ingranare. E infatti O Ney decide che dopo il bastone è anche il momento della carota. “Abbiamo sbagliato un sacco di palloni. Loro hanno sfruttato questi errori e ci hanno fatto male. Abbiamo subito due gol a causa di piccoli dettagli che con un attaccante avversario come Haaland, che ha un enorme fiuto del gol, fanno la differenza. Magari non sembra molto dento la partita, ma appena gli arriva il pallone lo butta dentro. Comunque siamo riusciti a segnare, il che è importante per il ritorno”. E per il tecnico, che adesso rischia di nuovo in caso di eliminazione precoce…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy