calcio

Gullit boccia Higuain: “Non è la scelta giusta per il gioco di Sarri”

L'ex calciatore del Chelsea boccia senza mezzi termini la scelta della società londinese. Secondo il suo punto di vista, Higuain non è adatto al gioco di Sarri sebbene con lui abbia vissuto la sua migliore stagione...

Redazione Il Posticipo

Sarri e Higuain? Per Gullit, semplicemente, non funziona. L’ex calciatore di Milan, Sampdoria e Chelsea boccia, senza neanche troppi giri di parole, l’arrivo dell’attaccante argentino a Londra, nonostante con Sarri abbia vissuto la sua migliore stagione di sempre.

BOCCIATO – Gullit ha idee ben precise, espresse per iscritto sulla BBC e riportate dal Sun. Il fuoriclasse olandese ritiene che l’ex calciatore di Juve e Napoli possa faticare e anche parecchio in Premier: “Spero di sbagliarmi, davvero, ma Higuain è un attaccante vecchio stile che ha bisogno di incroci e, se gioca sempre come vertice avanzato, non vedrà molte palle. Dipende tutto da come giocano Eden Hazard e Willian”. Problemi di adattabilità. "Quei due entrano sempre dentro, dribblano o calciano, e cercano di trovare la soluzione personale. Quindi non hanno bisogno di un giocatore lassù che sia un punto di riferimento, perché il Chelsea non ne usa uno e ritengo che con la gestione di Sarri, non lo fa mai. Non a caso sia Alvaro Morata e Olivier Giroud sono entrambi buoni attaccanti, ma il sistema di gioco non ha funzionato per loro".

FALSO NUEVE – La ricetta di Gullit è controcorrente rispetto alle scelte di mercato dei blues. L’ex Chelsea ritiene che la squadra abbia bisogno di un calciatore che, lì davanti, partecipi di più alla manovra. “Al Chelsea hanno bisogno di un centravanti che può giocare anche a centrocampo, essere sempre efficace anche lontano dalla porta e giochi il pallone anche da rifinitore dentro l’area di rigore. Il profilo perfetto sarebbe Firmino, che gioca così nel Liverpool. Per questo motivo ritengo che Higuain non sia la scelta giusta. O comunque lo aspetta un lavoro difficile perché, con il modo in cui sono impostati, non sarà in grado di giocare nel modo che vuole”.