Guerrero, revocata la sospensione: per El Barbaro niente calcio fino ad aprile 2019

Il capitano della nazionale peruviana non potrà giocare fino all’aprile del prossimo anno. La sospensione gli ha permesso di prendere parte al mondiale, ma ora El Barbaro dovrà completare la squalifica.

di Redazione Il Posticipo

Paolo Guerrero torna sulle prime pagine dei giornali. Fallito un controllo antidoping nell’inverno del 2017, il peruviano è riuscito, grazie agli avvocati e l’aiuto dei capitani delle nazionali che il Perù avrebbe affrontato nei gironi del mondiale, a partecipare lo stesso alla coppa del mondo, ottenendo un congelamento della squalifica imposta dal Tas fino alla fine della competizione. Adesso, però, l’attaccante, pensato di aver passato il peggio, torna di getto nel purgatorio, con la revoca del blocco della sospensione.

ARRIVEDERCI AL 2019 – Guerrero tornerà in campo nell’aprile del prossimo anno. Una brutta notizia per lui tanto quanto per l’Internazionale di Porto Alegre, squadra a cui si è unito a parametro zero dopo la fine del contratto con il Flamengo. Già utilizzata una misura cautelare per poter partecipare alla coppa del Mondo, il giocatore ha terminato le risorse per difendersi. In principio, fallito il controllo antidoping, Guerrero era stato condannato a compiere un anno di sospensione, ridotto poi a sei mesi grazie il lavoro degli avvocati: un risultato ben accetto dall’attaccante, che sarebbe riuscito a giocare il mondiale. La doccia fredda, però, arriva il 14 maggio 2018, quando il Tas di Losanna gli infligge una squalifica di 14 mesi. Solamente grazie al Tribunale federale svizzero, che accetta di bloccare la squalifica, il capitano della Nazionale riesce a partecipare alla coppa del mondo. Adesso, però, non c’è più nulla da fare.

COPA AMERICA – Una notizia difficile da digerire, ma che comunque, nel male, nasconde qualche lato positivo. Considerando il tempo già scontato ed i mesi che rimangono, Guerrero tornerà in campo nell’aprile del 2019, in tempo per aiutare la squadra e, soprattutto, poter partecipare alla Copa America, che avrà luogo in Brasile, con data di inizio 14 giugno. El Barbaro potrà quindi indossare la sua fascia di capitano dell’Albirroja in quella che, con tutta probabilità, sarà la sua ultima grande competizione internazionale con la nazionale. Ci arriverà con poche partite sulle gambe, ma sempre meglio che guardarla da casa…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy