Guerra delle esultanze, Ozil si schiera con Aubameyang e Kroos…ci resta male: “Oramai non mi sorprendo più di niente e di nessuno”

Continua la strana…guerra delle esultanze tra Toni Kroos e Pierre-Emerick Aubameyang, con in mezzo anche la partecipazione straordinaria di Mesut Ozil. Essendo compagno di club e di nazionale di tutti e due, con chi si è schierato il numero 10 dei Gunners? Con il centravanti, infastidendo il suo connazionale.

di Redazione Il Posticipo

Continua la strana…guerra delle esultanze tra Toni Kroos e Pierre-Emerick Aubameyang, con in mezzo anche la partecipazione straordinaria di Mesut Ozil. Tutto è nato dalle dichiarazioni del centrocampista del Real Madrid, che ha spiegato di non apprezzare particolarmente le esultanze troppo programmate, come i balletti coreografati o le maschere da indossare, citando direttamente proprio l’attaccante dell’Arsenal. Che a sua volta ha risposto chiedendosi se “questo Kroos” avesse figli, considerando che lui ha sempre festeggiato così i suoi gol per il suo Curtys. Kroos ha risposto che sì, “questo Kroos ne ha tre” e tutto sembrava destinato a finire lì. Poi…è arrivato Ozil.

OZIL – Uno che in questo momento ha assai poco da fare all’Arsenal, considerando che è fuori dalla lista sia in Premier che in Europa League. E quindi ora il tedesco si diletta sui social network, commentando i post dei colleghi e delle altre squadra. Per lui però c’è un bel conflitto di interessi. Compagno di club di Aubameyang, compagno di nazionale di Kroos, con cui ha anche vinto il mondiale del 2014. Dunque, con chi si è schierato il numero 10 dei Gunners? Con “Black Panther”, come dimostra il post su Twitter in cui Ozil mostra l’esultanza di Auba con la maschera del celebre film. “La miglior esultanza”, chiosa divertito Ozil.

SORPRESA – Chi ha gradito un po’ meno è Kroos, che come riporta la Bild ha commentato su BamS l’intervento di Ozil. “Oramai non mi sorprendo più di niente e di nessuno”, ha spiegato il centrocampista. “La cosa mi ha divertito, ma ormai già non ci penso più”. Del resto, spiega il quotidiano tedesco, c’era da aspettarselo. I rapporti tra i due non sono mai stati tesi quando hanno vestito entrambi la maglia della Mannschaft, ma non è neanche che il centrocampista e il fantasista siano mai stati grandi amici. Ecco forse il perchè della mancata sorpresa di Kroos nel sapere che il suo connazionale si è schierato con Auba. Ma conoscendo il calciatore del Real, probabilmente dormirà sereno lo stesso…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy