Guardiola vince ma… ha paura per il City: “Se continuiamo a giocare così retrocediamo”

Guardiola vince ma… ha paura per il City: “Se continuiamo a giocare così retrocediamo”

Il 3-0 all’Aston Villa non basta al manager catalano per pensare positivamente in vista delle prossime giornate: Pep Guardiola non ha gradito come la sua squadra ha giocato nel primo tempo e teme che la situazione possa diventare pericolosa…

di Redazione Il Posticipo

Il Manchester City vince… ma non convince Pep Guardiola! I campioni d’Inghilterra in carica avevano bisogno di un successo contro l’Aston Villa in casa per sorpassare il Leicester di Brendan Rodgers e ritornare al secondo posto in classifica a tre lunghezze di distanza dal Liverpool che però ha una partita in meno. Il successo contro i Villans però ha lasciato insoddisfatto il tecnico Pep Guardiola che guarda ai prossimi impegni con una certa preoccupazione.

FANTASMA RETROCESSIONE? – Primo tempo senza gol, tris nella ripresa firmato Raheem Sterling (46′), David Silva (65′) e Ilkay Gündogan (70′) ed espulsione di Fernandinho (87′) nel finale: il Manchester City non si è fatto mancare niente nella sfida contro l’Aston Villa di Dean Smith ritornato in Premier League dopo tre stagioni in Championship. Il successo però non ha convinto Guardiola che nel post-partita, come riporta Goal, ha lanciato un allarme per svegliare i suoi giocatori che lo hanno deluso nel primo tempo dell’Etihad Stadium: “Sei giorni fa eravamo otto punti dietro, ora siamo a tre. Però sono preoccupato per il modo in cui abbiamo giocato. Se saremo sempre quelli del secondo tempo possiamo lottare fino alla fine della stagione, se giocheremo ancora come nel primo tempo contro l’Aston Villa allora lotteremo per la retrocessione, lontani dai club che si giocano il titolo”. Guardiola è stato troppo negativo?

APPLAUSI PER STERLING – Il manager catalano si è fatto sentire alla fine del primo tempo e i risultati si sono visti all’inizio della ripresa. Sterling ha sbloccato la partita subito dopo il fischio della seconda frazione di gioco confermando quanto buono fatto vedere contro l’Atalanta in Champions League. Guardiola si è complimentato col suo giocatore che ha segnato 7 gol in 9 giornate di Premier: “Raheem è stato l’unico ad essere aggressivo col pallone tra i piedi nel primo tempo, nella ripresa la squadra lo ha imitato. Sterling ci ha dimostrato come dobbiamo giocare”. Il manager si è complimentato con l’inglese per la professionalità con cui è sceso in campo dopo essere stato incensato dai media: “Apprezzo molto Raheem. Dopo aver segnato tre gol contro l’Atalanta, essersi procurato un rigore e aver fatto un assist, tutti hanno detto che è bravissimo. Contro l’Aston Villa, Raheem ha giocato con umiltà e tanta voglia. Sono tanto orgoglioso di lui”. Con questo Sterling, il City può davvero sognare in grande. E magari…evitare la retrocessione!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy