Guardiola sul sogno Champions…smentisce Allegri: “Se non la vinciamo sarò per tutti un fallito”

Guardiola sul sogno Champions…smentisce Allegri: “Se non la vinciamo sarò per tutti un fallito”

Il tecnico catalano ricorda le sue stagioni sulla panchina del Bayern Monaco, con cui non è riuscito ad andare mai in finale, ed è disposto a incassare le critiche qualora i Citizens non dovessero riuscire ad alzare la Coppa dalle grandi orecchie…

di Redazione Il Posticipo

Conosce il calcio come le sue tasche… e soprattutto come reagire quando il vento delle critiche soffia forte! Due Champions col Barcellona, nessuna finale col Bayern e un sogno ancora intatto col Manchester City. Pep Guardiola sa come vanno le cose a fine stagione: se vinci sei Dio, se perdi hai fallito. I Citizens sfideranno il Tottenham nei quarti di finale e nel turno successivo la vincente della doppia sfida tra Juventus ed Ajax: un cammino tutt’altro che semplice sulla carta, che spinge il tecnico a mettere le mani forse un pizzico avanti. Nei giorni scorsi Massimiliano Allegri ha dichiarato: “Senza Champions non è un fallimento”. Il tecnico catalano si è espresso a questo proposito…

COL BAYERN – Dopo aver vinto tutto col Barcellona, tra  2013 e 2016 il tecnico catalano ha accettato l’offerta del Bayern con l’obiettivo di vincere la Champions su un’altra panchina di una big: nelle sue tre stagioni in Baviera però il tecnico non è mai andato oltre la semifinale… e questa cosa ha pesato parecchio nei giudizi alla fine della stagione! Guardiola ne ha parlato ai microfoni del Daily Mail: “Sono stato giudicato un perdente al Bayern, quindi lo sarò giudicato anche qui qualora non dovessimo riuscire a vincere. Il mio periodo a Monaco di Baviera non è stato buono per la maggior parte della gente perché non siamo riusciti ad andare in finale di Champions”. Tra il City e l’ultimo atto della Champions quest’anno ci potrebbe essere la Juventus, una delle favorite per la vittoria finale…

FALLIMENTO? – Guardiola sta al gioco: “Sono un ragazzo fortunato perché le mie aspettative sul mio conto sono sempre molto alte. Devo riuscire a raggiungere l’obiettivo Champions… Devo accettare che sia così. Abbiamo vinto molto in passato ed è per questo che le persone credono che sia normale riuscire a farlo, ma non lo è. Tutti possono giudicare fallimentare o disastroso il nostro lavoro per tre stagioni, ogni tre giorni, se non vinceremo la Champions. Non sono completamente d’accordo, ma che cosa si posso fare? Lo accetto e vado avanti”. Ora il City fa visita allo Swansea nei quarti di finale di FA Cup: un appuntamento fondamentale per il City che è ancora in corsa per tutti gli obiettivi stagionali dopo la conquista della Carabao Cup. Ma Guardiola sa che né la seconda Premier in tre anni né la sua prima FA Cup peserebbero… come la Champions!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy