Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Guardiola spaventa il City: “Non ho ancora pensato al rinnovo. Non firmo perché lo ha fatto Klopp”

Si gioca Leeds - City ma l'attenzione è tutta sul... Liverpool.

Redazione Il Posticipo

Si gioca Leeds - City ma l'attenzione è tutta sul... Liverpool. I reds giocano prima del City e Klopp ha rinnovato sino al 2026. Pep Guardiola non si lascia condizionare. Né dall'idea di dover giocare all'Elland Road con l'obbligo di vincere, né dal prolungamento della permanenza del tecnico tedesco ad Anfield che, come spiega, non implica affatto una sua ulteriore esperienza sulla panchina dei Citizens. Le parole del tecnico catalano sono riprese da manchesterevenings.

LIVERPOOL - Il City fra infortuni e stanchezza deve gestire la trasferta sul campo del Leeds, la pressione di dover vincere a tutti i costi e il ritorno della semifinale al Bernabeu. "Non so se giocare prima sia un vantaggio e comunque non dipende da me. Chiedetelo alle TV, sono loro che decidono. In ogni caso siamo stati diverse volte in questa situazione. Se giochiamo prima o dopo dobbiamo comunque vincere tutte le partite. Sinora il rendimento è molto soddisfacente, penso che tutti  sappiano per cosa stiamo giocando e cosa devono fare. Poi nel calcio a volte ottieni ricompense, a volte devi accettare le sconfitte".

KLOPP - Il rinnovo di Klopp potrebbe essere un incentivo per restare al City. "Onestamente sono così preso in vista delle ultime tre settimane della stagione che non ho avuto tempo di pensarci. C'è ancora un anno per pensarci dopo sei stagioni insieme. Ho un rapporto incredibile con il club, la dirigenza e i tifosi. Non vedo comunque perché il rinnovo di Klopp dovrebbe avere un impatto sul mio. Ognuno ha la sua situazione e se decidessi di restare più a lungo o no non è certo perché il mio collega ha prolungato. Non vedo alcuna correlazione. Sia chiaro, sono  felice, non potrei essere in un posto migliore di dove sono ora, ma dipende solo di me, si tratta di altre situazioni. Prenderemo la decisione che prenderemo a prescindere dal sole di Manchester evento che fra l'altro non si verifica spesso".