Guardiola-show, tra Mourinho e…Michael Jordan: “Non vi aspettate la solita guerra con Mou, ha il mio rispetto. Fallimento? Vincere è l’eccezione…”

Guardiola-show, tra Mourinho e…Michael Jordan: “Non vi aspettate la solita guerra con Mou, ha il mio rispetto. Fallimento? Vincere è l’eccezione…”

Si scrive Tottenham-City, si legge, e non potrebbe essere altrimenti, Mourinho contro Guardiola. I due tecnici che forse più hanno segnato gli ultimi quindici anni di calcio si incontrano di nuovo. Considerato anche il passato, ci sarebbe parecchio spazio per le classiche polemiche. Ma stavolta…

di Redazione Il Posticipo

Si scrive Tottenham-City, si legge, e non potrebbe essere altrimenti, Mourinho contro Guardiola. I due tecnici che forse più hanno segnato gli ultimi quindici anni di calcio si incontrano di nuovo. L’ultima volta il portoghese era sulla panchina dello United, ora si ritrova su quella degli Spurs, che per Pep significano la contestata eliminazione dalla scorsa Champions. Considerato anche il passato, ci sarebbe parecchio spazio per le classiche polemiche. Ma Guardiola spiega che chi si aspetta le solite frecciate, ha capito male. Come riporta Mundo Deportivo, il tecnico del City chiede…scusa a chi se le aspettava.

MOU – “Mi dispiace per voi, ma quella guerra mediatica non si materializzerà o si ripeterà. Non so perchè non sia accaduto. Chissà, magari adesso siamo più vecchi, o abbiamo più esperienza. Ma nonostante ciò, è sempre quello su cui vi concentrate quando io Mou ci incontriamo”. Difficile non capire perchè, visto che negli ultimi anni i due, su qualsiasi panchina fossero, non se le sono mai mandate a dire. Stavolta però Guardiola parla solo bene del collega. “Mourinho merita tutto il mio rispetto. Non lo si può giudicare per un anno e dimenticarsi dei due decenni precedenti. E passare così tanto tempo al top non è semplice.

JORDAN – Come non è semplice confermarsi di continuo. Il Liverpool è ormai lontanissimo e l’idea di vincere la Premier non è che una chimera. Dopo due anni, però, si può anche accettare una sconfitta. In fondo, il City è ancora in lotta per la Champions ed è in finale di League Cup. E quindi guai a parlare di fallimento, perchè il catalano non la prende per niente bene,”Fallimento? Guardate che l’eccezione è vincere tanto, è perdere che è normale. Michael Jordan ha vinto sei volte il titolo della NBA, il che significa che l’ha perso più volte di quante l’ha vinto”. Considerando che MJ ha giocato quindici stagioni, persino la matematica…dà ragione a Pep.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy