Guardiola, piccola rivincita: “Accetto le critiche, ma a volte la gente vuole distruggere tutto”

Il City stravince a Marsiglia e il tecnico si toglie qualche sassolino dalle scarpe, non lesinando frecciate a chi non vede l’ora di avvistare qualche difficoltà della sua squadra.

di Redazione Il Posticipo

Il City si impone a Marsiglia dominando la partita come non succedeva da tempo. Un 3-0 che rilancia le ambizioni della squadra inglese in Champions League e permette a Guardiola di togliersi qualche sassolino dalle scarpe, dopo un inizio di Premier League in cui la sua squadra ha trovato parecchie difficoltà, facendo segnare la peggior partenza da quando il catalano si è seduto sulla panchina dell’Etihad. Il tecnico ha parlato ai microfoni di BT Sport al termine del match, non lesinando frecciate a chi non vede l’ora di avvistare qualche difficoltà della sua squadra.

CONTROLLO – Guardiola è soddisfatto soprattutto della gestione della partita, in cui il Marsiglia non è praticamente mai risultato pericoloso per la porta di Ederson. “Abbiamo giocato molto bene, non abbiamo concesso molto e siamo stati sempre in controllo della partita, rimanendo pazienti e aggressivi senza palla. Sono molto soddisfatto della prestazione e del risultato, è sempre difficile vincere. Il Marsiglia ci ha sorpreso, non pensavo che si sarebbero sistemati a cinque dietro, ma abbiamo comunque preso il controllo del ritmo allargando il gioco e le loro maglie”. Poca sofferenza e parecchia manovra, anche se il primo gol arriva su…un gentilissimo regalo della retroguardia francese.

CRITICA – Una vittoria che allontana anche le critiche. Guardiola era in discussione anche perché non ha rinnovato il contratto. Alcuni commenti sono però apparsi esagerati al catalano, che lo dice senza mezzi termini. “Dobbiamo accettare le critiche. Giochiamo ogni tre giorni, quando vinci va bene ma se non lo fai la gente vuole distruggere tutto. Alcune delle critiche erano giuste e devo accettarle, fa parte del mio lavoro. Ma vedendo come arrivavamo nell’ultimo mese, tra la mancata preparazione estiva, gli infortuni e il Covid-19, ora siamo in una buona posizione in Champions League. E sono certo che troveremo continuità”. O almeno, questo è quello che sperano sia il tecnico che i tifosi del City…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy