Guardiola perde e Mou se la gode: “Invece di piangere una settimana su un episodio, il City dovrebbe pensare a…”

Guardiola perde e Mou se la gode: “Invece di piangere una settimana su un episodio, il City dovrebbe pensare a…”

La partita della settimana finisce 3-1 per i campioni d’Europa, che lasciano quelli d’Inghilterra a leccarsi le ferite. È un match a tutta velocità e pieno di episodi che fanno discutere. Ma intanto, il pubblico neutrale si diverte. EJosè Mourinho, visto che fa l’opinionista…dice la sua!

di Redazione Il Posticipo

Tutti parlano di Liverpool-City e non è affatto complicato capire perchè. La partita della settimana (e forse dell’anno) finisce 3-1 per i campioni d’Europa, che lasciano quelli d’Inghilterra a leccarsi le ferite. È un match a tutta velocità e pieno di episodi che fanno discutere, che comincia con un possibile fallo di mano di Alexander-Arnold nell’area del Liverpool e finisce con Pep Guardiola che va a lamentarsi con l’arbitro Oliver per una direzione a suo dire sfavorevole. Ma intanto, il pubblico neutrale si diverte. Così come si diverte Josè Mourinho, che dall’alto del suo nuovo ruolo a Sky Sports, visto che fa l’opinionista…dice la sua.

ABBASTANZA – E ovviamente non si fa sfuggire l’occasione di lanciare una frecciata allo sconfitto di giornata, il suo grande rivale Pep Guardiola. Che secondo il portoghese, come gli succede spesso quando le cose non vanno, passa più tempo a lamentarsi che a cercare di capire dove le cose sono andate storte… Dell’episodio, Mou non vuole neanche parlare. “Penso si sia già detto abbastanza al riguardo. E questo mi fa arrabbiare. La partita è stata così bella e ci sono molte cose di cui parlare, quindi basta con l’episodio”. E poi arriva un’analisi. Ma non del match in sè, quanto dell’atteggiamento di Guardiola, prima e dopo la partita. E parte subito la bacchettata…

ERRORI – “Penso che lo sappiano tutti quanto il Liverpool sia forte in determinate situazioni e il City sapeva come giocano. Il City è troppo forte per piangere una settimana su un episodio, invece dovrebbero pensare invece a come migliorare. Hanno preso gol troppo presto, ci sono stati degli errori e non mi è piaciuta la posizione di De Bruyne”. E Mou spiega dove il collega ha sbagliato. “Ogni volta che ho affrontato il Liverpool, e non avevo una squadra così forte, ero sempre preoccupato delle distanze tra i miei difensori. E il Liverpool ha segnato proprio sfruttando gli spazi in difesa. Per me, erano gol evitabili. Complicato farlo, ma bisognava provarci”. Insomma, Pep perde e Mou se la ride. Immaginabile la prima cosa, inevitabile la seconda…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy