Guardiola: “Non siamo al 100% e spero che quando lo saremo gli avversari non siano lontani”

Il City passa il turno in Carabao ma il tecnico è ben lontano dall’essere soddisfatto.

di Redazione Il Posticipo

Il Manchester City prova a rialzarsi dopo la manita subita dal Leicester con una vittoria in Carabao Cup. Il 3-0 rifilato al Brighton. Guardiola, al termine della sfida, ha parlato a Sky Sport analizzando anche le prospettive di mercato.

DIFESA – In primis, è stato importante lasciare la porta inviolata. “Per noi è molto importante non aver subito gol e aver ritrovato un buon stato di forma generale. La squadra è ancora lontana dall’esprimersi al massimo, anche perché non ci stiamo allenando molto. Abbiamo parecchi calciatori indisponibili, fra infortunati e problematiche legate al Covid. Credo che passo dopo passo, quando avremo tutta la rosa a disposizione, potremo migliorare. Spero solo che quando questo accadrà non saremo troppo lontano dagli avversari. Però siamo di nuovo ai quarti di finale in Carabo Cup quindi possiamo ritenerci soddisfatti anche perché se avessimo perso la partita saremmo stati eliminati dalla competizione”.

MERCATO – C’è tempo anche di parlare di mercato. “Ferran Torres ha bisogno di migliorare in diversi aspetti, perché non ci siamo allenati molto quindi abbiamo avuto anche pochi momenti in cui confrontarci. In lui ho intravisto già ottime capacità, è un ragazzo giovane, è molto aggressivo, può giocare su entrambe le fasce ed è anche molto intelligente. Non crossa mai a caso, guarda sempre cosa sta succedendo prima di mettere il pallone in mezzo. Per quanto riguarda Ruben Dias conosciamo tutti la sua personalità. E credo che darà un contributo incredibile per i prossimi sei o sette anni. Siamo molto felici che sia arrivato qui. Adesso dobbiamo solo pensare ad allenarci e iniziare a correre il più velocemente possibile. Devo però anche ringraziare Otamendi, è stato un protagonista assoluto. Gli auguro tutto il meglio possibile. Lo ricorderò per sempre come una colonna del club: ha giocato con 20 punti e una caviglia rotta”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy