Guardiola…non si sente allievo del Loco: “Bielsa è la persona che ammiro di più nel calcio, ma il mio maestro è Cruijff”

Allievo contro Maestro? Il match tra Manchester City e Leeds United potrebbe avere questo sapore, considerando che si incontrano Pep Guardiola e Marcelo Bielsa. Il Loco ha cercato di evitare questa chiave di lettura,ma l’allenatore dei Citizens non ha mai nascosto il suo amore calcistico per l’argentino. Eppure…

di Redazione Il Posticipo

Allievo contro Maestro? Il match tra Manchester City e Leeds United potrebbe avere questo sapore, considerando che si incontrano Pep Guardiola e Marcelo Bielsa. Il Loco ha cercato di evitare questa chiave di lettura, spiegando di non sentirsi il mentore del catalano. Ma l’allenatore dei Citizens non ha mai nascosto il suo amore calcistico per l’argentino. E come riporta Goal, anche nella conferenza stampa che precede la partita, si è lanciato…in una vera e propria agiografia del Loco.

AMMIRAZIONE – “Probabilmente è la persona che ammiro di più nel mondo del calcio, come allenatore e come persona. Penso sia il tecnico più genuino di tutti i tempi, il modo in cui gestisce le sue squadre è unico. Nessuno può imitarlo, è impossibile, soprattutto per quello che riguarda il suo comportamento fuori dal campo e per quello che riguarda il rapporto con i media”. E infatti a differenza di Bielsa, a Guardiola parlare con i giornalisti piace eccome. Ma preferisce…parlare col Loco. “Sono stato fortunato, non lo vedo spesso ma quando ho il piacere di incontrarlo è sempre fonte di ispirazione per me”. Certo, guardando il palmares dei due sembra impossibile non considerare il catalano il migliore.

MAESTRO – Ma Pep non è d’accordo. “Il valore di un allenatore non si giudica da quanti titoli ha vinto. Le mie squadre hanno vinto più trofei delle sue, ma in termini di conoscenza calcistica io sono sempre un gradino sotto a Marcelo. Le sue squadre sono sempre bellissime da vedere. Sono oneste, vogliono sempre attaccare e creare un bel calcio, che possa piacere agli spettatori”. Il suo Maestro, però, non può essere Bielsa. “Non ho lavorato con lui giorno dopo giorno in allenamento, quindi l’allenatore più influente della mia vita è per distacco Johan Cruijff”. Un altro tipo molto particolare, che per il Loco ha avuto parole di stima: “Il suo Cile è la squadra che gioca il miglior calcio. Il suo lavoro ha reso felici i tifosi”. E quando due leggende del pallone parlano così bene di te, qualcosa di buono dovrai pur aver fatto…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy