Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Guardiola: “Messi è il più grande di tutti i tempi, lo sarebbe stato anche senza vincere la Coppa”

Guardiola: “Messi è il più grande di tutti i tempi, lo sarebbe stato anche senza vincere la Coppa” - immagine 1
Il tecnico del City incensa il suo ex pupillo al Barcellona.

Redazione Il Posticipo

Guardiola incorona Leo Messi. Il tecnico del Manchester City, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida degli ottavi di finale di Coppa di Lega fra i Campioni d'Inghilterra e il Liverpool, ha affrontato diversi argomenti. Dalle prospettive agli obiettivi di questa seconda parte di stagione senza perdere di vista l'attualità. E nel complimentarsi con l'Argentina Campione del Mondo, ha detto la sua sulla Pulce. Definito il migliore di sempre.

MESSI

—  

Si torna in campo con il ricordo dei mondiali ancora freschissimo. Alvarez e si fregia del titolo di Campione del Mondo. Esattamente come i suoi ex Otamendi e Messi, che Guardiola incorona come il più grande di sempre. "Il titolo dell'Argentina è stato ampiamente meritato. Siamo felicissimi per Julian. Ha giocato molto, il suo contributo è stato fantastico per la squadra ma a livello personale voglio complimentarmi anche con Messi.  Tutti possono avere una opinione e spesso è dettata dai sentimenti, perché c'è gente chi visto giocare Pelé, Di Stefano e Maradona, ma per me Leo è in assoluto il migliore, perché è difficile trovare un calciatore in grado di avvicinare quel che abbia fatto. E anche se non avesse vinto il mondiale in Qatar la mia opinione non sarebbe cambiata. In generale si valuta un calciatore anche in base a quello che è riuscito a vincere. E Leo ha sta mettendo le ultime ciliegine sulla torta. Ha avuto una carriera incredibile".

PROSPETTIVE

—  

Spazio anche per parlare di futuro e delle prospettive. Rinnovo e titoli. "In primis, spero che non vi siano cori beceri fra le due tifoserie, considerando quanto accaduto nel recente passato. Il rinnovo? Ho già detto molte volte grazie a chi mi concede la fiducia di lavorare in questo club e cerco di ripagarla. Inseguiremo ovviamente la Champions, lo ammetto, è il trofeo che vogliamo. Il mio ciclo qui non potrebbe definirsi completo se non riuscissimo a vincerla. Tuttavia la mia permanenza non si lega alla vittoria in Europa. Ci proveremo con tutte le nostre forze anche perché ho la netta sensazione che questo club prima o poi, riuscirà a vincerla dopo averla sfiorata in diverse occasioni".