Guardiola lotta per i cinque cambi ma poi…non ne fa nemmeno uno: “90 minuti in campo per tutti oggi e mercoledì, poi si vedrà”

Il tecnico catalano, assieme a Klopp, è stato uno degli allenatori che si è esposto di più affinchè la Premier League torni alle cinque sostituzioni. Ma non è sfuggito a nessuno il fatto che nel match vinto per 2-0 contro il Fulham di tre cambi consentiti…non ne ha fatto neanche uno

di Redazione Il Posticipo

La questione dei cinque cambi continua a tenere banco in Inghilterra. Nel tentativo di tornare al buon vecchio…calcio di una volta (cioè a quello di un anno fa), la Premier League ha deciso prima dell’inizio della stagione che non avrebbe approfittato della deroga della FIFA che permette cinque sostituzioni a partita fino a emergenza pandemica conclusa. Il tutto per la gioia degli allenatori delle piccole squadre, che dalla norma avevano solo da perdere, un po’ meno per quella delle big, che giocando anche le coppe avrebbero apprezzato la possibilità di cambiare più spesso i calciatori a partita in corsa. A “continuare a lottare” per i cinque cambi c’è Pep Guardiola. Che però predica bene…e razzola male.

90 MINUTI – Il catalano, assieme a Klopp, è stato uno dei tecnici che si è esposto di più affinchè la Premier League prendesse in considerazione l’idea di ripensarci, tornando alle cinque sostituzioni. Ma non è sfuggito a nessuno il fatto che nel match vinto per 2-0 contro il Fulham, l’ex allenatore di Barcellona e Bayern Monaco, di tre cambi consentiti…non ne ha fatto neanche uno. Al punto che è stata una delle domande centrali del post-partita, come riporta Goal. E Guardiola ha spiegato la sua filosofia: “Volevo che tutti giocassero 90 minuti, visto che molti di quelli che sono scesi in campo non giocheranno mercoledì e quelli che hanno riposato oggi giocheranno in mezzo alla settimana”.

FUTURO – Dunque, se la Premier non permette il turnover in partita, Pep se lo fa…da solo e pressochè completo. “Ho optato per fare giocare 90 minuti a loro e altrettanti al resto della squadra, poi si vedrà quale saranno le scelte per le partite successive. Dobbiamo onorare la Champions anche se abbiamo già fatto il nostro dovere, è una partita importante per Marsiglia e Olympiakos che si giocano l’accesso in Europa League. Dopodichè penseremo a come giocare contro lo United”. Tutto nella norma, dunque, anche se De Bruyne, che viene spesso sostituito, sembrava…più rosso in faccia del solito. “Sì, Kevin ha faticato negli ultimi 25 minuti, era un po’ stanco”. Ma comunque, niente cambio. Quasi…una questione di principio!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy