Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Guardiola: “Il PSG ha un potenziale straordinario, ma anche il calcio ha bisogno di tempo…”

BRUGGE, BELGIUM - SEPTEMBER 15: Neymar and Lionel Messi of Paris Saint-Germain react during the UEFA Champions League group A match between Club Brugge KV and Paris Saint-Germain at Jan Breydel Stadium on September 15, 2021 in Brugge, Belgium. (Photo by Lars Baron/Getty Images)

Seconda giornata di Champions che propone una sorta di finale anticipata. PSG- City. Oppure, osservando la sfida da una diversa prospettiva, Guardiola contro Messi. Abbastanza da suscitare interesse. Non ancora sufficiente, al tecnico spagnolo,...

Redazione Il Posticipo

Seconda giornata di Champions che propone una sorta di finale anticipata. PSG- City. Oppure, osservando la sfida da una diversa prospettiva, Guardiola contro Messi. Abbastanza da suscitare interesse. Non ancora sufficiente, al tecnico spagnolo, per metabolizzare l'idea di dover incontrare la pulce senza affrontare il Barcellona. Le parole del tecnico in conferenza stampa tradiscono ancora un certo stupore. Le dichiarazioni sono tratte dal Manchesterevenigns.

PRECEDENTE - Un incontro nella fase a gironi non è comunque un inedito assoluto. Era già successo nel 2016, quando il City non trascorse una serata indimenticabile in trasferta, ovviamente al Camp Nou, sconfitto per 4-0. Messi, nell'occasione, si distinse con una tripletta e un assist. Ed è andato in gol anche all'Etihad, anche se il punteggio non gli ha sorriso (1-3). Guardiola ha speso parole d'elogio per l'argentino. "Siamo stati fortunati a vederlo durante questi 16 anni o per quanto sarà lunga la sua carriera. Messi parla da solo. Non c'è bisogno di descriverlo. Spero che ci sia, lo spettacolo ne beneficerà".

BRUGGE, BELGIUM - SEPTEMBER 15: Neymar and Lionel Messi of Paris Saint-Germain react during the UEFA Champions League group A match between Club Brugge KV and Paris Saint-Germain at Jan Breydel Stadium on September 15, 2021 in Brugge, Belgium. (Photo by Lars Baron/Getty Images)

SORPRESA - Ammirazione che accompagna lo stupore. Guardiola ancora fatica a realizzare l'idea di vederlo a Parigi. "'Una sorpresa. Qualche anno fa nessuno poteva immaginare qualcosa del genere ma nel calcio nessuno sa cosa può succedere. Con Mbappé e Neymar formano un tridente davvero impressionate. Non so come fermarli, il talento non si controlla, al massimo si contiene. Cercheremo di gestirci in fase di non possesso, ormai non si difende più su un solo giocatore". 

PSG - Il PSG però non è solo Messi. Leonardo ha allestito una squadra competitiva in ogni reparto. come Hakimi e Wijnaldum. Guardiola però appare freddino rispetto all'ipotesi che i francesi siano imbattibili. "Il Paris Saint Germain è da tempo una squadra ricca di talenti. Il Barcellona di Luis Enrique non era solo tridente. E aveva giocatori incredibili tutti al top. Questo PSG gli somiglia parecchio e probabilmente sarà una delle pretendenti al titolo, ma anche il calcio ha i suoi tempi e occorre rispettarli. Le aspettative sono alte e a volte non c'è pazienza".