Guardiola e Pellegrini: il confronto fra budget e risultati in Europa è impietoso

Guardiola e Pellegrini: il confronto fra budget e risultati in Europa è impietoso

Il tecnico del City nel mirino della critica. Quasi il doppio del budget del suo predecessore e risultati inferiori.

di Redazione Il Posticipo

Pep Guardiola e la Champions. Un rapporto complicatosi, e non poco, negli ultimi anni. O, meglio, da quando l’allenatore si è allontanato da “casa”. Il pellegrinaggio di Guardiola si è trasformato in una Odissea. Prima in Germania, poi in Inghilterra. I numeri sono impietosi.

PELLEGRINI – Tanti tifosi del City, in queste ore, sparano a zero su Guardiola, messo a paragone con la gestione Pellegrini. E andando a studiare numeri e, soprattutto, budget a disposizione, emergono alcuni elementi che “aggravano” la posizione del tecnico del City. Pellegrini è stato in sella al City per tre stagioni. A differenza di Guardiola, che buca il primo anno, centra subito il successo nella stagione 2013/2014. In Champions viene eliminato agli ottavi dal Barcellona. Insuccesso che bissa l’anno successivo, arrivando però anche dietro il Chelsea in campionato. Nel suo ultimo anno di permanenza, chiude, sapendo già di dover essere rimpiazzato da Guardiola, al quarto posto in Campionato, ma vince la Carabao Cup e si arrampica sino alle semifinali di Champions. Il tutto con un budget di 386 milioni di sterline. Pari a 425 milioni di euro.

GUARDIOLA – Nel 2016/2017 inizia l’era Guardiola che arriva a Manchester e si presenta con un mercato da più di 200 milioni. In Premier, però, vince Conte. In Champions, invece Guardiola esce agli ottavi eliminato dal Monaco di Mbappé. L’anno dopo il City si  rifà il look e vince il campionato, ma in Champions è stato eliminato ai quarti di finale dal Liverpool di Klopp. E questo nonostante l’ennesimo mercato faraonico, con ben 317 milioni spesi. Nel 2017/2018 il City rilancia ancora: 66 milioni di euro solo per Mahrez, neanche schierato nel quarto di finale perso contro il Tottenham. E si arriva a questa stagione, ricca di spese e povera di successi: Guardiola stecca in Premier ed esce ancora una volta in Champions per mano del Lione. In quattro stagioni, in totale, ha speso 386 milioni di sterline: circa 700 milioni di euro. Quasi il doppio, per non avvicinarsi neanche ai risultati, in Europa, del suo predecessore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy