Guardiola e la coppola: nuova moda? No, un sentitissimo (ed apprezzato) omaggio

Un berretto per conquistare ancora di più i tifosi del Manchester City. Guardiola, protagonista di una stagione straordinaria, si conquista ancor di più l’amore dei propri tifosi grazie al suo look.

di Redazione Il Posticipo

Impossibile per Guardiola non attirare l’attenzione. Nessun aspetto negativo, semplicemente la sua indole di essere un perfezionista. Dopo la fantastica dichiarazione riguardante il treble domestico del Manchester City, in cui il tecnico ricorda come la prima squadra a riuscirci sia stata l’Arsenal femminile, da tutti dimenticata, l’allenatore torna alla carica, e durante i festeggiamenti per la grande stagione vissuta, acquista nei tifosi ancora più consensi ed affetto per il proprio…look.

PRESIDENTE – Stavolta però il classico maglione, che gli è costato parecchie critiche per averlo indossato a Wembley al posto di un completo più elegante, non c’entra nulla. Ad attirare gli sguardi dei curiosi è stato un berretto scozzese in testa al tecnico durante i classici festeggiamenti sull’autobus, per le vie di Manchester. Non è una scelta stilistica, bensì di rispetto e memoria. Il berretto, infatti, è in onore di Bernard Halford, ex presidente del Manchester City, scomparso nel marzo di quest’anno, all’età di 77 anni. Un gesto che non è passato inosservato, anche perché in una delle ultime apparizioni, Halford era stato ripreso al lato del campo con addosso un cappello praticamente uguale a quello dello spagnolo.

TWITTER – Non si sono fatte attendere le reazione su Twitter: “Pep sta indossando il berretto di Bernard Halford…leggenda”. Tra i vari tweet di rispetto ed ammirazione, c’è anche chi vede nel berretto un tocco di stile: “Adoro il berretto di Pep, devo averne uno”. Oppure: “Amo il berretto di Pep, devo averne uno per la stagione di cricket”.  Che sia per ricordare un presidente scomparso o per semplice moda, Guardiola ha fatto nuovamente centro, con la gente di Manchester pronta a giurargli amore eterno. Così come ha fatto lui, confermando che rimarrà all’Etihad ancora a lungo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy