Guardiola dimentica le italiane: “Ci sono sempre grandi club, inglesi, tedeschi e spagnoli…”

Il tecnico non sottovaluta il Lione, ma dimentica di elencare le… italiane fra i grandi club che partecipano alla Champions.

di Redazione Il Posticipo

Guardiola spinge il City verso la semifinale di Champions. Il tecnico del Manchester City ha parlato in conferenza stampa della sfida che lo attende, a sorpresa, contro il Lione. Le sue parole sono riprese dal manchestereveningnews.

COMPETITIVA – A prescindere dall’avversario, il tecnico ritiene che a questi livelli la competizione sia comunque a un livello altissimo. E che il City sia cresciuto tantissimo. “La Champions alza la propria asticella ogni anno. Esattamente come il club. Non parlo solo di risultati: c’è una parte del club che lavora ogni giorno per ottenere risultati e un’altra parte che lavora a medio e lungo termine per rendere questo  sostenibile e solida in futuro. I grandi club saranno sempre lì. Barcellona, ​​Real Madrid, Bayern Monaco, esattamente come inglesi e francesi”.

SEMIFINALI – Obiettivo semifinali: “Abbiamo bisogno di questo tipo di competizione e in una sola partita può succedere di tutto. È difficile battere grandi squadre nell’arco di due incontri, una in casa e uno fuori, ma in una partita secca può succedere di tutto. Domani proveremo a capire come funziona. Ci servirà parecchio per battere un buon club come il Lione che ha davvero una bella esperienza in Champions League”. La spinta di aver eliminato il Real può fungere da inerzia. “Ovviamente era importante battere i re di questa competizione, ma in questo caso è diverso. Nei 90′ può succedere di tutto. Stiamo giocando a una competizione diversa. Ogni partita è come una finale e farà storia a sè. Siamo comunque pronti e daremo il massimo per passare il turno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy