Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Guardiola: “De Bruyne? Se rinnova sono contento. Sono qui da cinque anni e potrei restarne altri due”

MANCHESTER, ENGLAND - APRIL 06: Kevin De Bruyne of Manchester City battles for possession with Mahmoud Dahoud of Borussia Dortmund during the UEFA Champions League Quarter Final match between Manchester City and Borussia Dortmund at Etihad Stadium on April 06, 2021 in Manchester, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

Il tecnico del City, alla vigilia della sfida con il Leeds, lascia poco spazio alle interpretazioni.

Redazione Il Posticipo

Guardiola e il rinnovo di De Bruyne. Il tecnico del City alla vigili della sfida con il Leeds, non lascia molto spazio alle interpretazioni. E coglie anche l'occasione, in conferenza stampa, per mostrare quanto stimi Bielsa e il suo gioco.

DE BRUYNE - Il belga è sempre più decisivo. E l'idea della società è di blindarlo. "Non vengo coinvolto nelle trattative per il rinnovo dei contratti dei calciatori.  Se il club è soddisfatto di Kevin e anche lui lo è lo sono anche io.  Non è normale trattenere calciatori per dieci anni, ma è altrettanto vero che alcuni giocatori non sono normali. Del resto anche io sono qui da cinque anni e sarò qui altri due se la situazione andrà bene. Sono contento che giocatori importanti come Kevin decida di restare qui al City. Tutti i club sarebbero felici di averlo quindi la sua preferenza è una grande gratificazione per il club".

LEEDS- A proposito di geni, di fronte c'è Bielsa. Un altro calcio visionario. Guardiola lo ammira. "Le sue squadre sono sempre più forti dopo il suo arrivo. La sua impronta è chiarissima. Non ha bisogno di molto tempo per realizzare la sua squadra, gli appartiene assolutamente e per il calcio mondiale è una gioia. Ne apprezzo molto anche l'onestà. Si percepisce che crede in ciò che dice. Ammiro La sua etica del lavoro e la sua conoscenza. So quanto sarà dura domani, ma a noi mancano solo tre partite per essere campioni e domani abbiamo un'altra opportunità per fare un passo decisivo. Sono abbastanza certo che tutti i punti in classifica sono meritati, ma  quando si gioca in casa è una grande opportunità".

RAZZISMO - Spazio anche per una parentesi sui diritti civili. I primi club iniziano a boicottare i social dove c'è spazio per il razzismo. Guardiola ritiene che sia una strada, ma non una soluzione. "Spero davvero che funzioni ma ho la sensazione che il calcio possa solo dare un mano ma non risolvere il problema. Credo che il razzismo faccia parte della società dunque il compito di estirparlo spetta a famiglie, scuola e istruzione. Occorre lavorare, educare giorno dopo giorno le nuove generazioni a osservare il mondo da una prospettiva differente. Certamente, però, se possiamo aiutare, qualsiasi strumento è più che benvenuto".