Guardiola: “Con Klopp ho parlato delle cinque sostituzioni. In Inghilterra ci sentiamo speciali…”

Il tecnico del City al termine del big match con il Liverpool.

di Redazione Il Posticipo

City e Liverpool pareggiano e regalano spettacolo, ma il pareggio serve più a Klopp che a Guardiola. I citizens possono rimpiangere l’errore del dischetto di De Bruyne. Il punto è importante, ma lascia comunque i padroni di casa all’undicesima posizione in classifica. Il tecnico ha analizzato la sfida, e non solo, al termine del match e le sue parole sono state raccolte dalla BBC.

SPETTACOLO  – La partita non ha tradito le attese per intensità e spettacolo.  “Contro il Liverpool abbiamo giocato per vincere, ma se non ci riesci dopo 80′ di gioco diviene importante non perdere. Conosciamo abbastanza bene questo avversario e non è facile difendersi dai loro attacchi. Abbiamo provato ad alzare il baricentro, ci è servito un po’ di coraggio per giocare con questo sistema ma trovato il gol,  purtroppo abbiamo sbagliato un rigore, in partite o avversari come il Liverpool se sbagli un rigore è più difficile. La differenza è che loro hanno segnato. Nel secondo tempo c’è stata qualche possibilità in più ma nel complesso il pareggio è giusto”.

CAMBI – A fine partita uno scambio di opinioni con Klopp. E non si è parlato solo di tattica. “Ci siamo scambiati il nostro punto di vista sulle cinque sostituzioni. Beh, c’è da discutere un po’ sul calcio inglese. Trent Alexander-Arnold, giocatore internazionale inglese, è infortunato. Qui crediamo di essere speciali, non proteggiamo i giocatori, ecco perché è un disastro. Questo calendario è di un anno fa e lo chiederò giocatori a tornare altrimenti sarà difficile rispettarlo. Ci sono tantissimi infortunati In tutto il mondo hanno deciso che cinque sostituzioni sono un requisito fondamentale, qui invece è tutto diverso, ma ne abbiamo già parlato diverse volte”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy