Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Guardiola-City, quando l’affare rischiò di saltare in un ristorante vietnamita…

(Photo by Alex Broadway/Getty Images)

Il manager sta scrivendo la storia dei Citizens trofeo dopo trofeo, eppure il suo arrivo è stato a un passo dal saltare: il d.s. Txiki Begiristain lo ha temuto quando il club non sembrava in grado di trovare una casa in grado di soddisfare le...

Redazione Il Posticipo

Il 1° febbraio 2016 il Manchester City ha annunciato l'arrivo di Pep Guardiola al posto di Manuel Pellegrini: così è cominciata l'epopea dei Citizens. Tra Guardiola e il City è scoppiato l'amore, ma l'arrivo dell'allenatore è stato a un passo dal saltare quando il club ha trovato mille difficoltà per trovare una casa che fosse in grado di soddisfare le sue richieste.

PEP CAPRICCIOSO -  Secondo quanto scritto da Pol Ballus e Lu Martin in "Pep's City: the making of a superteam", Guardiola desiderava stabilirsi a Manchester in un palazzo simile a quello che aveva avuto a Monaco di Baviera. Una richiesta piuttosto esosa. Quanto basta per  spaventare persino la dirigenza di un club notoriamente poco incline a badare a spese. E la storia assume risvolti da... spy story con il direttore sportivo Txiki Begiristain che ordina David Quintana di andare in Germania per incontrare Pep. Una missione segreta: "Vai a Monaco ma non dirlo a nessuno, devi risolvere un problema".

RISTORANTE - Quintana esegue. Ed incontra Guardiola in un ristorante vietnamita di Monaco per discutere della nuova organizzazione del club, dei giocatori e delle strutture. Tutto bello e convincente, ma i problemi relativi alla sua nuova casa rimangono irrisolti. Come riportato nel libro, "Pep si rifiutava di vivere in un posto diverso dal centro della città e non c'era il giusto tipo di proprietà per soddisfare le sue richieste". Quella sera Quintana che evidentemente non poteva tornare a mani vuote, si è giocato il bluff: "Non preoccuparti, se è necessario costruiremo quello che vuoi. Ci servirà qualche mese, ma lo faremo".

LUSSO - E alla fine l'affare è andato in porto senza costruire niente: l'allenatore si è trasferito nel complesso di appartamenti a Salford  dove è sempre stato felice. Secondo quanto riportato dal Manchester Evening, ci sono due piani di appartamenti privati ​​dove vivono sia Guardiola che le altre star della squadra David Silva e Gabriel Jesus. La casa risponde perfettamente alle esigenze del tecnico. Si trova in una zona circondata dai migliori negozi di abbigliamento e dai ristoranti più stellati. All'interno, tutti i comfort: palestra, vasca idromassaggio e piscina. L'ideale per rilassarsi tra una vittoria e un'altra.