Guardiola, City avvisato mezzo salvato: “Se le cose non vanno come previsto, mi faccio da parte”

Guardiola, City avvisato mezzo salvato: “Se le cose non vanno come previsto, mi faccio da parte”

Il catalano ha parlato del suo rapporto con il proprietario del City, lo sceicco Khaldoon Al Mubarak, nel libro “Pep’s City: The Making of a Superteam”. E all’Etihad sanno benissimo come vanno le cose. O come potrebbero andare…

di Redazione Il Posticipo

Un inizio di stagione davvero da dimenticare per il Manchester City. I campioni d’Inghilterra in carica non riescono a tenere il passo indiavolato del Liverpool di Klopp, che è già scappato via con otto punti di vantaggio dopo poche giornate di Premier League. Una situazione che ha fatto arrabbiare non poco Pep Guardiola, che nelle ultime settimane è apparso nervoso. Il catalano ha visto i suoi crollare contro i Wolves e ha anche cominciato a perdere la pazienza nei confronti della rosa, come dimostrano gli screzi con David Silva, accusato di non impegnarsi abbastanza, e Phil Foden, che cerca il suo posto al sole ma che per gli standard del tecnico si lamenta troppo.

SCADENZA – E intanto…si avvicina la scadenza. Non tanto quella del contratto del tecnico catalano, ma quella non ufficiale che da sempre contraddistingue le sue esperienze nelle squadre che ha allenato. Guardiola non è infatti stato in una squadra più di quattro anni e questa è proprio la sua quarta stagione alla guida del Manchester City. Normale dunque che il club abbia il timore di un suo addio, anche considerando che Pep ha parlato del suo rapporto con il proprietario, lo sceicco Khaldoon Al Mubarak, nel libro ‘Pep’s City: The Making of a Superteam’. Secondo il Sun, al City sanno benissimo come vanno le cose. O come potrebbero andare…

ADDIO – Se non va tutto come dice Guardiola, l’allenatore…se ne va. “Al Mubarak sa benissimo che se le cose non dovessero andare come previsto io mi farei da parte”. Una eventualità che ovviamente spaventa non poco i tifosi dei Citizens. Che però possono stare tranquilli. Pep non tira i remi in barca, ma lotterà fino alla fine. “Daró tutto quel che ho per far sì che questo non accada. E farò ogni sforzo possibile per far migliorare sempre di più il club. Non sono ammessi rilassamenti”. Bene, anzi, benissimo. Peccato che la frase che rimane molto più impressa…sia la prima!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy