Guardiola ammazza-giovani? Ferdinand spinge Foden a lasciare il City… come Sancho!

Guardiola ammazza-giovani? Ferdinand spinge Foden a lasciare il City… come Sancho!

L’ex difensore del Manchester United non le manda a dire all’allenatore catalano e consiglia al 18enne di cambiare aria. Il motivo? Uno col suo talento dovrebbe giocare decisamente di più… Per i Citizens si prepara un Sancho bis?

di Redazione Il Posticipo

Il City è tornato in testa alla Premier League col talento… ma soprattutto con l’esperienza! Per questo motivo Pep Guardiola ha messo da parte i giovani? In casa del Manchester City tiene banco il caso Phil Foden: il 18enne che fa sognare il calcio inglese è finito ai margini della sua squadra da inizio dicembre in poi. Negli ultimi tre mesi il centrocampista ha giocato appena undici minuti in Premier: pochissimi per uno col suo talento. Questi numeri hanno spinto Rio Ferdinand a criticare le scelte del club… e a consigliare al giocatore di emigrare!

COME SANCHO – In questa stagione Foden ha accumulato 850 minuti in tutte le competizioni, segnando cinque gol e fornendo cinque assist. L’inglesino però deve ancora giocare una partita di Premier da titolare: riuscirà a farlo coi Citizens? Secondo Ferdinand, il suo connazionale farebbe bene a cambiare aria… come già successo a Jadon Sancho! L’ex difensore ne ha parlato ai microfoni di talkSPORT: “Foden ha grandi potenzialità, ma ha bisogno di giocare. A Sancho non è stata data questa possibilità… Voleva giocare con regolarità ed è andato via, ha scelto il Borussia Dortmund e sul campo ha dimostrato il suo valore: oggi è un giocatore da oltre 100 milioni di euro”.

POCO SPAZIO – Secondo Ferdinand, in questo momento Foden è finito troppo in basso nelle gerarchie del City: “Se c’è un infortunio a centrocampo ed è in programma una partita importante, non penso che lui sia l’uomo giusto per andare in campo senza far rimpiangere nessuno. Per esempio, se David Silva è out allora al suo posto gioca Gündogan oppure lo sostituisce Bernando Silva. Foden migliorerà sicuramente allenandosi con una squadra che ha questa qualità, ma arriverà un momento in cui vorrà giocare con la prima squadra. Spero che possa accadere al City, sarebbe fantastico… ma le circostanze dovrebbero cambiare”. Soprattutto nella testa di Guardiola!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy