Guardiola amaro: “Se non vincerò la Champions col Manchester City diranno che ho fallito”

Guardiola amaro: “Se non vincerò la Champions col Manchester City diranno che ho fallito”

Il manager dei campioni d’Inghilterra è carico in vista della seconda parte di stagione e sa di non poter fallire in Europa. Qualora il City non dovesse vincere la coppa dalle grandi orecchie, tutto ciò che è stato fatto nelle ultime annate passerebbe in secondo piano…

di Redazione Il Posticipo

Tanti trofei alle spalle, un presente comunque luminoso e un fallimento che incombe: è già momento di bilanci per Pep Guardiola, anche se siamo solamente all’inizio della seconda parte della stagione. Il suo Manchester City ha di fatto rinunciato alla Premier League in cui il Liverpool capolista non perde un colpo, ma è ancora in corsa per vincere la Carabao Cup (finale contro l’Aston Villa), l’FA Cup (ottavi contro lo Sheffield Wednesday) e la Champions League (ottavi contro il Real Madrid). L’impegno europeo però spaventa Guardiola… alle prese con un nuovo fallimento?

MALEDETTA CHAMPIONS – Guardiola ha affermato che la sua avventura al Manchester City verrà considerata fallimentare qualora non dovesse vincere la Champions. Insomma: tutto passerebbe in secondo piano, le due vittorie in Premier oltre agli altri trofei conquistati con merito nel territorio nazionale. Nelle ultime tre edizioni della coppa dalle grandi orecchie i Citizens di Guardiola non hanno mai centrato la semifinale: sono usciti agli ottavi col Monaco 2016-17, sono stati eliminati ai quarti dal Liverpool 2017-18 e dal Tottenham 2018-19. Pep ha vinto la sua ultima Champions nel 2010-11 quando allenava il Barcellona: sulla panchina del Bayern Monaco il catalano non è riuscito a raggiungere l’obiettivo e la sua avventura è stato considerata deludente nonostante i tre successi di fila in Bundesliga.

FALLIMENTO – Guardiola sa, come riporta Four Four Two, che tutto ciò che ha fatto passerebbe in secondo piano qualora il City dovesse fallire in Champions: “Non saremo giudicati in base al nostro modo di giocare, ma in base ai titoli vinti. L’anno scorso è stato straordinario per noi, ma la gente dice che non ho mai vinto la Champions. Sarò giudicato in base a questo, se non la vinceremo allora diranno che ho fallito. Vincere in un certo modo aiuta a vincere i titoli, andremo avanti per questa strada. Vedremo come finirà la stagione”. Il City torna per la prima volta al Tottenham Hotspur Stadium dopo i quarti della scorsa Champions e sfida agli uomini di José Mourinho: “Ho visto Southampton-Tottenham di FA Cup, gli Spurs hanno preso gol all’ultimo minuto ma ho visto una squadra viva”. Sarà una sfida tutta da vivere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy