Guardalinee ferito, in Scozia è caccia all’uomo

Il lancio degli oggetti dalle tribune deve finire! Questo è il messaggio che sembrano lanciare le autorità scozzesi dopo il ferimento di un guardalinee nel match Livingston-Rangers.

di Redazione Il Posticipo

Male. A tratti malissimo. Il lancio di oggetti in campo, negli anni, ha trovato molti tipi di “arma da lancio”, diversi bersagli e decisamente troppi protagonisti impuniti. In Scozia, però, c’è qualcuno che non ne può più. La polizia, tra gli altri. È infatti iniziata un’indagine volta a cercare il protagonista di un atto di violenza nei confronti di un guardalinee, colpevole di svolgere il proprio lavoro non troppo lontano da colui che ha pensato di utilizzarlo come bersaglio.

MOMENTI SALIENTI – Tutto ciò è successo alla Tony Macaroni Arena, a Livingston. Gli ospiti in campo erano i Glasgow Rangers di Steven Gerrard che se ne sono tornati a casa con un passivo di uno a zero in valigia. Il gol vittoria dell’attaccante dei padroni di casa Dolly Menga, arrivato al minuto 34, purtroppo, non è però stato il solo momento saliente della partita. Come riportato da Four Four Two, Calum Spence, il guardalinee, stava adempiendo le proprie funzioni sotto il settore ospiti quando è stato raggiunto alla testa da un oggetto, una monetina probabilmente.

INFORTUNIO MINORE – Il professionista ha ricevuto un immediato trattamento a bordocampo per quello che è stato descritto dal verbale della polizia come un “infortunio minore”. Non per questo, però le forze dell’ordine hanno deciso di lasciar perdere come troppe volte è accaduto in passato in molti altri stadi. Il giovane arbitro è comunque riuscito a proseguire l’assistenza nella direzione del match.

LA REAZIONE – Il sovrintendente del match per le forze dell’ordine, Craig Smith, ha chiaramente espresso il proprio disappunto: “È un incidente shockante e non è il tipo di comportamento che ci aspettiamo dagli appassionati di calcio in Scozia. Non tollereremo offese di questa natura. A questo proposito siamo impazienti di rintracciare la persona che ha lanciato un oggetto dalla tribuna”. Smith ha inoltre lanciato un appello a chiunque sia in possesso di prove o possa dare qualche informazione per riconoscere l’autore di questo brutto gesto di rivolgersi immediatamente alla polizia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy