Grifo, una piccola pagina di storia: è suo il primo gol di un italiano dopo il Lockdown

La ripresa della Serie A sembra ancora lontana ma arriva il primo gol italiano del dopo lockdown. In gol, Grifo del Friburgo.

di Redazione Il Posticipo

Si può ripartire a breve, si dice. Tuttavia, la mancanza di una data e di accordi già ben definiti fanno sembrare la ripresa della Serie A sempre lontana.  Per il momento bisogna “accontentarsi” della Bundesliga. Eppure, il primo gol italiano post covid-19 … è già arrivato. È di Vincenzo Grifo, a scrivere una piccola pagina di storia del calcio italiano dopo il Lockdown.

A.C. D.C. – Campionato 2019/2020. E si potrebbe fare una distinzione interna: 2020 a.c. e d.c., avanti e dopo covid. E proprio per Grifo questa distinzione è davvero importante. Sì, perché l’italiano di Germania, nell’ultima partita di Bundesliga giocata prima della pandemia, aveva festeggiato la sua centesima presenza nella massima serie tedesca. Qualche mese dopo, nel “nuovo” campionato  Grifo riesce a portare in vantaggio il suo Friburgo al 28’ contro un Eintracht Francoforte più in difficoltà che mai, lontanissimo parente della squadra ammirata lo scorso anno. E così, grazie a un ragazzo che, chi sa perché, nel nostro paese  non ha mai avuto grandissimo appeal ma che Roberto Mancini ha voluto ugualmente premiare, arriva il primo gol italiano dell’era d.c.

IL “SUO” FRIBURGO – Una gioia momentanea. Per lui e per il suo Friburgo. In nomen omen. Anzi, in questo caso, stemma. Il simbolo della squadra della Brisgovia è infatti il Grifone. Il gol che scrive una piccola pagina di storia genera solo una gioia momentanea perché 7 minuti dopo, va a segno un altro tesserato del campionato italiano. André Silva rimette in equilibrio il match. La gioia del portoghese e l’appiglio di speranza dei tifosi dell’Eintracht durano solo 32 minuti però. Al 67’, il Friburgo torna in vantaggio e due minuti più tardi raddoppia le lunghezze di vantaggio. Pare proprio che non riesca a subire meno di tre gol a partita. Il rocambolesco 3-3 lascia l’amaro in bocca, ma è innegabile che Grifo abbia dato una bella spinta al Friburgo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy