Griezmann, un videogiocatore…troppo competitivo: il Piccolo Diavolo bannato da FIFA per comportamento irregolare

Griezmann, un videogiocatore…troppo competitivo: il Piccolo Diavolo bannato da FIFA per comportamento irregolare

Antoine Griezmann è uno dei calciatori più appassionati di videogame, soprattutto di quelli calcistici. Che si tratti di Football Manager, FIFA o PES, il Piccolo Diavolo è davvero molto competitivo. Al punto…di farsi bannare dai server di FIFA qualche anno fa.

di Redazione Il Posticipo

I calciatori non possono davvero fare a meno del pallone. E anche quando non sono impegnati tra allenamenti e partite, spesso e volentieri si immergono in un altro tipo di calcio, quello virtuale. I videogiochi sono una passione comune e tra amici e compagni di squadra le sfide sono all’ordine del giorno. Uno che non si tira mai indietro, come mostra spesso sui social, è Antoine Griezmann. Che si tratti da fare da allenatore a Football Manager o di giocare in prima persona con FIFA o PES, il Piccolo Diavolo è davvero molto appassionato e competitivo. Al punto…di farsi bannare dai server di FIFA qualche anno fa.

CREDITI – A raccontarlo, come riporta AS, è The Boi, uno dei membri di EA Sports, la casa che produce il celebre videogioco. Che su Twitter ha spiegato che nell’edizione 2015 il francese ha fatto quello che per molti utenti significa l’esclusione dalla comunità: ha ottenuto crediti in maniera irregolare. Nella modalità Ultimate Team, infatti, per acquistare i calciatori da schierare serve una valuta interna del videogame, che si può ottenere solamente giocando o attraverso il mercato di acquisti e cessioni all’interno del server del gioco. Ogni modo collaterale di accumulare crediti (come acquistarli scontati online) può portare all’esclusione e alla cancellazione della squadra, costruita con tanta fatica.

BANNATO – Il che è esattamente quello che è successo al campione del mondo, come spiega il tweet di The Boi. “Eccovi una storia vera: una volta abbiamo bannato l’account di Antoine Griezmann per acquisto di crediti su FIFA 15. Ha telefonato alla sede francese ed era così arrabbiato che gli abbiamo ridato i calciatori”. Una confessione che ha fatto infuriare molti utenti, visto che chi viene bannato, solitamente, non vede restituiti nè i giocatori che ha comprato nè tantomeno il credito, che sia stato ottenuto regolarmente o no. E quindi The Boi è costretto a chiarire: “se questo fa sentire meglio qualcuno, i crediti non glieli abbiamo ridati”. Ma il fatto che…uno dei protagonisti del gioco ne sia stato escluso resta comunque molto divertente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy